FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Maltempo a Taranto, la Procura apre inchiesta per le gru cadute | "Operaio disperso, ricerche difficili"

Ore dʼansia per Cosimo Massaro, 31 anni. Il sindacato di base Usb ha indetto uno sciopero fino al 15 luglio

La Procura di Taranto ha aperto un fascicolo d'inchiesta sull'incidente avvenuto mercoledì sera al porto di Taranto. Nel molo di ArcelorMittal, le forti raffiche di vento hanno spezzato tre gru: Cosimo Massaro, 31 anni, l'operaio che era al lavoro, è stato trascinato in mare e risulta disperso. La Guardia costiera: "Ricerche difficili".

Maltempo a Taranto, gru precipita in mare: disperso un operaio

"La forte tempesta abbattutasi ha provocato un cedimento a catena di tre gru posizionate sulla banchina su una delle quali si trovava il gruista disperso, caduta nello specchio acqueo antistante la banchina stessa", ha spiegato la Capitaneria di Porto-Guardia costiera in una nota la dinamica dell'incidente.

"Le ricerche dell'operaio disperso sono rese difficoltose a causa della torbidità delle acque e del pericolo conseguente alla presenza dei rottami e delle gru pericolanti e rese instabili dal fortunale occorso". Lo ha precisato la Guardia costiera.

Sciopero dopo incidente - Il sindacato di base Usb ha indetto uno sciopero fino al 15 luglio al siderurgico, dopo l'incidente. "L'ennesima immane tragedia - ha scritto il sindacato in una nota - conferma l'assoluta pericolosità in cui versano gli impianti gestiti da ArcelorMittal Italia". "Abbiamo consegnato un CD al ministro Luigi Di Maio contenente 170 foto e 70 video che attestano lo stato fatiscente degli impianti dello stabilimento e a lui abbiamo chiaramente detto che ad oggi non ci sono le condizioni di sicurezza necessarie per coloro che lavorano all'interno di una fabbrica che oramai è ridotta ad un cumulo di rottame". "La fabbrica - ha concluso Usb - va chiusa".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali