FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Prostituta uccisa nel Modenese, da un anno e mezzo il corpo giace in obitorio: una "colletta" per i funerali

La famiglia vive in Ungheria e non ha il denaro necessario a far rientrare la salma in patria. A provvedere alle esequie sarà il Comune di Castelfranco, con il denaro raccolto da alcune associazioni

Prostituta uccisa nel Modenese, da un anno e mezzo il corpo giace in obitorio: una "colletta" per i funerali

Una "colletta" per dare "degna sepoltura" ad Arietta Mata, prostituta ungherese di 24 anni strangolata e uccisa nel gennaio del 2018 nel Modenese, a Gaggio di Castelfranco. A un anno e mezzo dalla morte il suo corpo giace ancora in obitorio: la famiglia non ha infatti abbastanza soldi per far rientrare la salma in patria e così il Comune di Castelfranco, anche grazie al denaro raccolto da alcune associazioni, provvederà al funerale.

Come riporta il Resto del Carlino di Modena, la famiglia di Arietta, che vive in un villaggio rurale dell'Ungheria, è stata contattata dal consolato ma ha dichiarato di non avere il denaro necessario per il trasporto della salma.

Così è scattata una gara di solidarietà: il presidio di Castelfranco Emilia di Libera, insieme all'Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, ha deciso di raccogliere il denaro per il funerale della giovane. Sarà quindi il Comune di Castelfranco, anche grazie ai soldi raccolti, a provvedere alla funzione.

Per l'omicidio si trova in carcere il 50enne sardo Pasquale Concas, già condannato in passato per l'omicidio di un'altra donna e indagato, sempre a Modena, per la morte di una avvocatessa.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali