FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Giallo di Marcheno: nipoti accusati dellʼomicidio di Mario Bozzoli

Lʼimprenditore era scomparso nel 2015 dalla sua fonderia. Accusati di favoreggiamento due operai

Giallo di Marcheno: nipoti accusati dell'omicidio di Mario Bozzoli

La Procura generale di Brescia ha chiuso le indagini sul delitto di Mario Bozzoli, l'imprenditore di Marcheno svanito nel nulla l'8 ottobre 2015 nella fonderia di cui era proprietario con il fratello. Il procuratore generale Pier Luigi Maria Dell'Osso ha firmato la chiusura indagini con l'accusa di omicidio per Alex e Giacomo Bozzoli, nipoti dell'imprenditore scomparso.

Accusa di favoreggiamento invece nei confronti degli operai Oscar Maggi e del senegalese Abu. La Procura generale di Brescia un anno fa aveva avocato l'inchiesta. - La chiusura dell'indagine sulla scomparsa di Mario Bozzoli arriva quasi quattro dopo la sera dell'8 ottobre 2015, quando l'imprenditore bresciano svanì nel nulla. Le nuove indagini hanno escluso quella che inizialmente sembrava l'ipotesi principale, ovvero che Bozzoli fosse finito nel forno. Gli accertamenti hanno escluso la presenza di tracce negli impianti della fonderia. Bozzoli sarebbe stato portato fuori dall'azienda.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali