FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Da Barletta la storia di Giuseppe, l’ingegnere con lode che fa lo spazzino: "Ogni mestiere è dignitoso e utile"

A “Mattino Cinque” la testimonianza del giovane: "Un poʼ di rammarico cʼè, rinunciare ai propri sogni non è bello”

 

Giuseppe ha 35 anni e una laurea in ingegneria, conseguita con il massimo dei voti. Di lavoro fa lo spazzino a Barletta. “Per un po’ ho cercato un’occupazione coerente con i miei studi ma non l'ho trovata Alla fine ho deciso di fare altro, visto che alla mia età vorrei mettere su famiglia”. Così Giuseppe ha fatto il concorso da netturbino e lo ha vinto.

 

“Rinunciare ai propri sogni non è bello”, racconta a “Mattino Cinque” il giovane, con la voce rotta dalle lacrime. “Un po’ di rammarico c’è, anche perché i sacrifici dei miei genitori per farmi studiare non sono bastati”.

 

“Sono parole che fanno riflettere ed è un caso di grande forza quello di questo ragazzo”, commenta in studio il parlamentare di Forza Italia Simone Baldelli, che coglie l’occasione per criticare il reddito di cittadinanza: “Non dà la dignità del lavoro. E la troppa burocrazia non fa incontrare la domanda e l’offerta di occupazione”.

 

Ospite anche il governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini, candidato del centrosinistra alle prossime regionali:  “Le parole di quel ragazzo sono molto belle, sono il riconoscimento della dignità di qualsiasi lavoro. Però questo Paese non può vanificare i sacrifici delle famiglie e degli studenti”.