ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
22/8/2006

Sheryl Crow, il ritorno più gradito

Primo tour dopo la lotta con il cancro

Ha vinto la battaglia più difficile, quella contro un cancro al seno, e ha dovuto anche affrontare la separazione dal suo compagno, il ciclista Lance Armstrong. Ora Sheryl Crow può tornare a fare quello che più ama: cantare. L'artista del Missouri inizierà da Pittsburgh, il prossimo 24 agosto, un nuovo tour nel quale sarà accompagnata dal cantante John Mayer e dal rapper cristiano Mat Kearney.

Lei lo ha chiamato un "nuovo contratto con la vita". E in effetti il 2006 per Sheryl ha segnato una svolta. Il tunnel del dolore, con la separazione dal compagno seguita poco dopo dal trauma della scoperta della malattia. Ma alla fine del tunnel è arrivata la luce.

La Crow è salita per la prima volta sul palco, dopo essersi sottoposta alla terapia, il 18 maggio, ad Orlando in Florida, in occasione di una convention privata, per poi fare la sua prima apparizione pubblica il 12 giugno, al Murat Theater di Indianapolis. Ma ora si parla di un vero e proprio tour, il che significa che tutto torna alla normalità e il peggio è dietro le spalle.

Se Sheryl è riuscita a superare un momento così difficile lo deve anche all'aiuto di due amiche, Courtney Cox e Jennifer Aniston (guarda caso star del serial Friends). "Ho guardato a Jennifer per trarne un esempio - ha detto - ho ammirato molto la sua eleganza e grazia nell'affrontare l'abbandono da parte di Brad Pitt".

L'esperienza della malattia invece l'ha spinta a divenire un'attivista sul fronte della lotta al cancro. La Crow si è sottoposta a un intervento e poi a un ciclo di radiazioni e da qual momento il suo nome appare spesso nella lista delle celebrità che aiutano a raccogliere fondi. "Da oggi - ha detto - sono in compagnia delle altre duecentomila donne che ogni anno ricevono queste diagnosi. Siamo la prova che è importante identificare questo male al più presto, siamo la prova di quanto siano fondamentali le nuove cure".