FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Tav, intesa Italia-Francia sui lavori Hollande: con Renzi fine dei dissidi

"Il progetto diventa realtà dove ventʼanni di discussioni" ha detto il presidente francese dopo la firma del protocollo. Alla Francia il 42,1% dei costi, allʼItalia il 57,9%

Tav, intesa Italia-Francia sui lavori Hollande: con Renzi fine dei dissidi

Italia e Francia hanno firmato, al termine del vertice di Venezia, il protocollo "addizionale per l'avvio dei lavori dell'alta velocità Torino Lione". Il documento è stato siglato dal ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, e dal segretario di Stato francese per i trasporti, Alan Vidalies. I due Paesi si divideranno i costi: al 42,1% per la Francia e al 57,9% per l'Italia. Altri fondi sono già stati stanziati dall'Ue.

La firma è arrivata al termine di una giornata di proteste proprio contro il summit Italia-Francia. "Il tema dell'Alta velocità tra Lione e Torino anima i nostri incontri bilaterali, beh, da una ventina d'anni credo - ha detto Francois Hollande alla conferenza stampa congiunta con Matteo Renzi -, e forse Matteo potrà mettere termine a queste discussioni". Poi, scherzando, ha aggiunto: "Non sono sicuro che io potrò esserci per l'inaugurazione, ma forse lui, che è giovane, sì. Comunque l'importante è che questo progetto diventa realtà".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali