FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Attacchi Bruxelles, identificati i due kamikaze: sono i fratelli el Bakraoui

Sono i terroristi fuggiti durante un blitz delle forze anti-terrorismo belga e francese di pochi giorni fa a Forest, sobborgo della capitale. Fermato un sospetto terrorista ad Anderlecht. Il tempo reale

Attacchi Bruxelles, identificati i due kamikaze: sono i fratelli el Bakraoui

I due kamikaze che si sono fatti esplodere a Bruxelles - uno all'aeroporto di Zaventem, l'altro nella metrò di Molenbeek - sono stati identificati: si tratta dei fratelli Khalid e Ibrahim el Bakraoui. Il terzo uomo della foto nello scalo sarebbe Najim Laachraoui ed è ancora in fuga. I tre sono considerati complici di Salah Abdeslam. Intanto, lo scalo di Bruxelles resterà chiuso. Mentre un sospetto jihadista è stato arrestato ad Anderlecht.

Secondo la procura i due fratelli kamikaze sarebbero i due ricercati fuggiti nel blitz delle squadre anti-terrorismo belga e francese di pochi giorni fa a Forest, sobborgo di Bruxelles. Khalid e Ibrahim el Bakraoui erano già stati segnalati alle forze dell'ordine ma per crimini non legati al terrorismo. Najim Laachraoui, che sarebbe invece l'artificiere delle bombe di Parigi, non è l'uomo arrestato ad Anderlecht.

Gli agenti hanno scoperto martedì il covo Isis nella zona di Schaerbeek grazie al tassista che ha accompagnato i tre presunti terroristi all'aeroporto di Zaventem. All'interno della struttura erano stati trovati una bomba con dei chiodi, prodotti chimici e una bandiera dello Stato islamico. Lo rende noto il quotidiano belga Le Soir. Il tassista era rimasto sorpreso che gli uomini non gli avevano permesso di toccare le valigie.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali