FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Barcellona, Chris e Julia: sopravvissuti alla strage della Rambla e già scampati ad altri atti terroristici

Il britannico aveva lasciato lʼarena del concerto di Manchester poco prima che il kamikaze si facesse esplodere; lʼaustraliana si è salvata alle stragi di London Bridge e Notre Dame a Parigi

Barcellona, Chris e Julia: sopravvissuti alla strage della Rambla e già scampati ad altri atti terroristici

Scampati al furgone-killer della Rambla e sopravvissuti a precedenti attacchi in terra europea: il britannico Chris Pawley, 30 anni, e l'australiana Julia Monaco, 26, possono ritenersi dei "plurimiracolati". Il primo, infatti, prima dell'attentato di Barcellona, aveva per un soffio schivato l'esplosione di Manchester, al termine del concerto di Ariana Grande, il 22 maggio. Illesa, e per ben tre volte in una sola estate, anche la 26enne australiana Julia Monaco, presente sulla Rambla come anche sul London Brigde, a Londra, la sera del 3 giugno e a Parigi, davanti a Notre Dame, pochi giorni dopo.

Julia Monaco giovedì era a fare shopping in Plaza Catalunya con un'amica quando un furgone ha investito i pedoni sulla Rambla causando 13 vittime. L'australiana ha trovato riparo in un negozio, dove è rimasta stesa sul pavimento, lontano dalle vetrine, per molte ore prima di poter tornare al suo alloggio.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali