FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Lavoro, Inps: 500mila posti in più Renzi: assurde polemiche su Jobs Act

Effetto degli sgravi contributivi sono state oltre un milione di assunzioni nei primi undici mesi del 2015, 889mila delle quali nuove

Lavoro, Inps: 500mila posti in più Renzi: assurde polemiche su Jobs Act

Secondo l'Inps nei primi mesi del 2015 sono state assunte 1.158.726 persone con gli sgravi contributivi previsti dalla legge di Stabilità: tra queste, 889mila sono posti nuovi e 269mila trasformazioni da tempo determinato a indeterminato. L'esonero è triennale e ha un limite annuo di 8.060 euro ed è stato utilizzato per il 57,1% degli assunti stabili. Nello stesso periodo, ci sono state in totoo 2,1 milioni di assunzioni a tempo indeterminato.

In questo numero sono comprese le trasformazioni di rapporti a termine e apprendisti e il dato risulta in rialzo di 510.292 posti sul 2014.

Assunzioni-cessazioni, saldo a +356mila - Migliora anche il saldo tra assunzioni e cessazioni, in rialzo per un numero pari a 356mila. Su base annua, considerando quindi gli ultimi dodici mesi, si evidenzia una crescita complessiva delle posizioni di lavoro dipendente pari a 300mila unità, effetto di una crescita rilevante delle posizioni di lavoro a tempo indeterminato (oltre 450mila in più) e di una contrazione di quelle regolate con contratti a termine e apprendistato.

Tali trend spiegano anche il cambiamento nell'incidenza dei rapporti stabili sul totale dei contratti di lavoro attivati o variati, passata dal 31,9% dei primi undici mesi del 2014 al 38,6% dello stesso periodo del 2015. Nella fascia di età fino a 29 anni, l'incidenza dei rapporti di lavoro "stabili" sul totale dei rapporti di lavoro è cresciuta dal 24,5% del 2014 al 31,3% del 2015.

Buste paga più ricche - Quanto alla composizione dei nuovi rapporti di lavoro in base alla retribuzione mensile, si registra per le assunzioni a tempo indeterminato una crescita delle retribuzioni intermedie (tra 1.250 euro e 2.250) con una diminuzione della quota sia di quelle inferiori sia di quelle superiori. Per i contratti a termine si evidenzia un leggero slittamento verso retribuzioni maggiori, con una riduzione della quota di quelle sotto i 1.500 euro.

Renzi: assurde le polemiche sul Jobs Act - Dopo questi dati, Matteo Renzi scrive su Twitter: "Oltre mezzo milione di posti di lavoro a tempo indeterminato in più nel 2015. Inps dimostra assurdità polemiche su Jobsact. #avantitutta".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali