FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Inps: 18 milioni di pensioni, il 63% sotto i 750 euro | Nel 2016 una su due erogata per assistenza

Negli ultimi cinque anni il numero complessivo è diminuito del 2,7%. I dati non includono però i trattamenti pubblici ed ex Enpals

All'inizio del 2017 risultano 18.029.590 pensioni, con "una forte concentrazione nelle classi basse". Lo rileva l'Inps nel suo ultimo osservatorio, che non include però le gestioni dipendenti pubblici ed ex Enpals. Il 63,1% delle pensioni è inferiore ai 750 euro ma questa percentuale per le donne raggiunge il 76,5%. Nel 2016 sono state liquidate 1.048.096 pensioni, delle quali oltre la metà (53,2%) di natura assistenziale.

LʼInps: nel 2017 attive 18 milioni di pensioni

I dati sono comunque soltanto una misura indicativa della povertà, per il fatto che molti pensionati possono avere altri redditi e più di una prestazione pensionistica.

Nel 2016 mezzo milione di pensioni assistenziali - L'importo totale delle pensioni erogate nel 2016 è pari a 9,4 miliardi di euro. "Un numero così elevato rispetto alla consistenza delle pensioni in pagamento è compensato da un ricambio molto più veloce rispetto alle prestazioni di tipo previdenziale", si legge nel report dell'Inps.

In cinque anni calo del 2,7% - Negli ultimi cinque anni il numero delle pensioni è diminuito nel complesso del 2,7%. In particolare, a partire dal 2013 si assiste "a un'inversione di tendenza": mentre da gennaio 2004 a gennaio 2012 il numero delle pensioni è aumentato mediamente dello 0,7% annuo per un complessivo 6,1%, negli ultimi cinque anni è iniziato a decrescere mediamente dello 0,6% annuo, con un calo complessivo del 2,7%.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali