FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Crediti deteriorati, il Parlamento Europeo: "Bce non ha competenza per applicare lʼAddendum"

A chiedere il parere del servizio giuridico dellʼEuroparlamento era stato, il 24 ottobre scorso, il presidente Antonio Tajani per verificare la rilevanza delle disposizioni messe a punto dallʼIstituto Centrale

Crediti deteriorati, il Parlamento Europeo: "Bce non ha competenza per applicare l'Addendum"

"Non spetta alla Banca Centrale Europea adottare l'Addendum sui crediti deteriorati (Non Performing Loans) poichè i suoi contenuti hanno valore normativo". Questo, in sintesi, il parere espresso dal servizio giuridico dell'Europarlamento. Nelle 13 pagine del documento si analizzano, nel dettaglio, tutti gli aspetti della vicenda giungendo alla conclusione che la Bce corre il rischio di agire al di là del suo mandato invadendo il campo del legislatore.

A chiedere il parere del servizio giuridico dell'Europarlamento era stato, il 24 ottobre scorso, il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, per verificare la rilevanza delle disposizioni contenute nell'Addendum e la competenza della Bce ad adottare questo tipo di provvedimenti.

Nelle 13 pagine del documento inviato a Tajani e girato poi al presidente della commissione affari economici del Pe, Roberto Gualtieri, si analizzano nel dettaglio tutti gli aspetti della vicenda giungendo alla conclusione che la Bce corre il rischio di agire al di là del suo mandato invadendo il campo del legislatore.

Gli esperti legali dell'Eurocamera osservano, tra l'altro, che la formulazione delle disposizioni contenute nell'Addendum fa sì che esse siano destinate a essere percepite dalle banche come "obbligatorie". Una conclusione che, secondo gli stessi esperti, non può essere invalidata dall'indicazione giunta dalla vigilanza Bce, secondo la quale invece le regole indicate nell'Addendum non sarebbero vincolanti.

Il testo messo a punto dalla vigilanza Bce ha come obiettivo quello di rafforzare ulteriormente la copertura dei crediti deteriorati procedendo a nuovi accantonamenti da parte delle banche. Una prospettiva contestata dagli istituti di credito, secondo i quali una mossa del genere avrebbe conseguenze negative sul flusso del credito alla clientela e quindi anche sullo sviluppo economico

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali