FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Trieste, resta incinta: il capo le offre un contratto indeterminato

Lʼazienda Cpi-Eng ha deciso di sposare la filosofia: pro-mamme. "Contano le persone, non i numeri", ha detto uno dei proprietari

Trieste, resta incinta: il capo le offre un contratto indeterminato

Quando è rimasta incinta Delia Barzotti, di origine palermitana, stava lavorando solo da un anno alla Cpi-Eng, un'azienda triestina di ingegneria e progettazione meccanica. La donna aveva un contratto a tempo determinato e nel cuore la paura di perdere il lavoro nel momento in cui avrebbe rivelato al capo di essere in dolce attesa. Ma quando ha detto ai titolari dell'impresa della gravidanza invece di licenziarla le hanno offerto un contratto indeterminato, un aumento e hanno creato appositamente per lei uno spazio di coworking con area bimbi e un'educatrice sempre a disposizione.

"Dopo la maternità obbligatoria e la nascita di Ludovica sono subito tornata a lavoro. L'ho chiesto io. Mi bastano un computer e un telefono", racconta Delia a Repubblica. Per ora la donna lavora solo due giorni a settimana all'interno di uno spazio condiviso dove può tenere d'occhio la sua bambina di cui nel frattempo si prende cura un'educatrice messa a disposizione dall'azienda. 

Con la piccola Ludovica, che ora ha qualche mese, Delia è al suo secondo figlio. "Anche con il primo sono stata fortunata, ma mi è capitato di firmare anche dimissioni in bianco per il mio essere mamma". La donna non si aspettava una simile reazione da parte dei suoi datori di lavoro di fronte alla notizia della gravidanza.

È il proprietario della Cpi, Christian Bracich, a credere nella filosofia pro-mamme di cui Delia ha beneficiato per prima. "L'azienda è fatta di persone, non di numeri - spiega Bracich. - Se una persona è valida, va valorizzata". La Cpi-Eng è un'azienda che crede nel valore delle donne, ne è prova che quasi tutte siedono in posizioni di management.

Di recente è stata assunta part-time anche Alessia che ha un bimbo di sei mesi. "Dove lavorava prima non accettavano l'orario ridotto - dice l'imprenditore - il lavoro è come una famiglia, bisogna trovare il modo per non far andare via le persone". E conclude: "Quando ho assunto Delia a tempo determinato mi ha detto che aveva in programma un altro figlio, io le ho risposto che ne avremmo parlato una volta rimasta incinta. E così è stato".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali