FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Sardegna, il maltempo continua: trovata morta donna dispersa nel Cagliaritano | Ore dʼansia per un pastore

Pioggia e vento non danno tregua: dichiarato lo stato dʼemergenza. Sicilia e Sardegna, scuole chiuse in molte città

Continua l'emergenza maltempo in Sardegna. Anche nella notte si sono registrati piogge e vento, con allagamenti e disagi, con un forte temporale a Cagliari. La donna dispersa nel Cagliaritano è stata trovata morta, un pastore risulta disperso da diverse ore mentre 70 persone sono state evacuate, sei delle quali accolte nelle strutture comunali. La giunta regionale ha dichiarato lo stato d'emergenza. Il maltempo preoccupa anche la Sicilia, dove in molte località le scuole rimarranno chiuse.

Sardegna - In tutta la regione restano chiusi gli uffici e le scuole, nonché i parchi, i cimiteri, le biblioteche, i musei e gli impianti sportivi cittadini. Per tutta la notte la pioggia non ha dato tregua nella zona. La macchina della Protezione civile regionale ha lavorato incessantemente per soccorrere le persone in difficoltà e fare fronte alle criticità idrogeologiche e idrauliche.

Trovata senza vita la donna dispersa - E' stata ritrovata morta Tamara Maccario, la donna di 45 anni dispersa nel Cagliaritano. In base a una prima ricostruzione la donna si trovava in auto con la famiglia, si stavano allontanando dalla loro abitazione quando si sono trovati di fronte un muro d'acqua. La strada, in località Sa' Traia, era completamente allagata. Il marito sarebbe quindi sceso dalla vettura per controllare come andare avanti e a quel punto la vettura è stata travolta dall'acqua e trascinata in un corso d'acqua. Immediati i soccorsi di carabinieri, vigili del fuoco e protezione civile che sono riusciti a trarre in salvo le tre figlie.

Cagliari, nessuna traccia di un pastore - Vigili del fuoco e Protezione civile hanno cercato per tutta la giornata di giovedì di rintracciare Nicola Campitello, un pastore di 38 anni originario di Nocera Inferiore (Salerno), che è stato sorpreso dal nubifragio mentre lavorava nella zona di Capo Ferrato (Cagliari). Le ricerche riprenderanno venerdì mattina.

Allerta in Sicilia - Maltempo atteso venerdì in Sicilia dove è stato già previsto il codice arancione. Sull'isola, dove le scuole resteranno chiuse, sono attese precipitazioni, da sparse a diffuse, a carattere di rovescio o temporale, che interesseranno tutto il territorio regionale. I fenomeni potrebbero essere accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Sardegna, recupero dal Rio Sa Mura dellʼauto della vittima


Allarme per la diga del Cixerri - C'è preoccupazione per la diga del Cixerri, nella Sardegna meridionale, dove è stato raggiunto lo stato di preallerta. Piogge intense anche nelle zone del Sulcis e nei territori dei comuni di Uta, Santadi e San Sperate. Lo fa sapere la Protezione civile regionale. Sono chiuse totalmente al traffico almeno cinque strade principali: la strada provinciale 4 Sestu-San Sperate e la Sestu-Assemini; nel Comune di Uta la strada provinciale n.1 (la strada statale 195 dal Km 9,0 al Km 11,0  dove si è verificato il crollo di una parte della carreggiata); nel Comune di Capoterra la strada comunale dalla rotatoria sulla statale 195 al centro abitato; nel Comune di Castiadas la strada provinciale n.20. Inoltre la nuova statale 125 è interessata da allagamenti e smottamenti all'altezza di Costa Rei, nella Sardegna Sud orientale.

Oltre 350 mm di pioggia - Il picco massimo di precipitazioni è stato registrato nella zona di Santa Lucia di Capoterra: 353 millimetri di pioggia. L'arco temporale è quello compreso tra le 20 del 9 ottobre e la stessa ora del giorno successivo. Ma, secondo il bollettino meteorologico della Protezione civile, la mappa delle situazioni che ultracritiche è in aumento. E comprende la zona di Tertenia (anche 294 mm) e scende sino a San Priamo con 256,1 millimetri.

Maltempo, allerta rossa in Sardegna

Liguria, allagate case nell'Imperiese - La pioggia è caduta incessante su tutta la Liguria. La situazione è sotto controllo a Genova, nella zona del crollo del ponte Morandi, in Valpolcevera. Nel capoluogo e nel Levante non sono state segnalate criticità. Problemi invece in provincia di Imperia. Case allagate e frane sulle strade a Vessalico.  Dalla notte di mercoledì nel borgo di Vessalico la pioggia non ha mai smesso di cadere. "Era impressionante - ha raccontato il primo cittadino Paola Giliberti -, pioveva fortissimo e l'acqua è finita sulla provinciale e su quella statale, allagando le case del paese che si affacciano sulla strada". Per alcune ore la provinciale che conduce alla frazione di Lenzari è rimasta chiusa per allagamento, lasciando isolati i residenti, mentre sulla strada che conduce alla frazione di Siglioli sono scese tre frane, una vicina all'altra. Chiusa l'Aurelia a Ventimiglia, nei pressi della frontiera di Ponte San Luigi, a causa di un masso sulla carreggiata, allagamenti a Sanremo.

Allagamenti e frane anche nel Savonese e, in particolare, a Cairo, Finale e Calice Ligure, con forti disagi alla viabilità.

Piemonte La perturbazione si sta esaurendo senza troppi disagi anche in Piemonte. Ha smesso di piovere nel Cuneese, dove sono finiti fuori strada due camion, a Busca e Polonghera. La zona più colpita dalle piogge, a tratti molto forti, e' stata quella dell'Infernotto. Disagi e allagamenti alla stazione ferroviaria di Cuneo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali