FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Egitto, le donne della banda accusata: "Nessun legame con morte di Regeni"

Dopo le perplessità avanzate dallʼItalia, gli inquirenti egiziani incassano anche la smentita dei protagonisti: "La borsa è apparsa solo 5 giorni fa"

Egitto, le donne della banda accusata: "Nessun legame con morte di Regeni"

La moglie e la sorella di Tarek Abdel Fatah, il capo della banda accusata di aver ucciso Giulio Regeni, smentiscono la ricostruzione della procura egiziana negando che la gang abbia ucciso il ricercatore friulano. La moglie di Tarek avrebbe detto che il borsone rosso contenente alcuni effetti personali di Regeni, tra cui il passaporto, era stato consegnato al marito "solo nei giorni scorsi". Le due donne sono comunque state arrestate per favoreggiamento.

Dopo le perplessità avanzate dalle autorità italiane e dagli stessi genitori di Regeni, gli inquirenti de Il Cairo incassano quindi la smentita dei protagonisti riguardo la loro ultima ricostruzione.

Per le due donne è scattato un arresto cautelare di 4 giorni. Stesso provvedimento per il cognato dell'uomo ucciso dalle forze di sicurezza l'altro ieri a Il Cairo insieme ad altri quattro componenti della sua banda specializzata in sequestri di stranieri a scopo di rapina.

L'accusa per i tre è di connivenza e occultamento di refurtiva in quanto erano a conoscenza delle attività del capobanda.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali