FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Abraham, il padre messicano in cerca della figlia rapita da sua madre

A Le Iene il racconto straziante e la ricerca disperata di una bambina di 11 anni nascosta in Italia

Abraham è un padre come tanti: adora la sua bimba, la porta al parco, alle giostre. Vivono in Messico e si vedono ogni volta che ne hanno voglia, nonostante la separazione dall’ex moglie. Poi, nel 2014, la piccola viene rapita e portata in Italia dalla madre. Abraham non ha più sue notizie. Nei quattro anni che seguono quel rapimento, l’uomo continua a cercare la piccola, nascosta in Italia.

Documenti alla mano, l’inviato delle Iene, Pablo Trincia, accompagna l’uomo nella ricerca disperata della sua bambina. Ritrovarla, in un quartiere residenziale di una città italiana non definita, non risolve il dramma di un padre dilaniato dal dolore: nonostante la mediazione dell’avvocato materno e l’intervento dei carabinieri, il nuovo compagno della donna si intromette nella vicenda impedendo ad Abraham di avere un contatto con la bambina che vada oltre un veloce scambio di saluti. Inutile la richiesta di un accordo amichevole tra i genitori. L’unica cosa che viene concessa all’uomo è di trascorrere qualche ora con la sua piccola prima di volare di nuovo in Messico.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali