FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Cassazione: "Il collare antiabbaio è maltrattamento", confermata la multa al padrone dei cani

"Costituiscono maltrattamenti anche quelle condotte che incidono sulla sensibilità psico-fisica dell’animale, procurandogli dolore"

Cassazione: "Il collare antiabbaio è maltrattamento", confermata la multa al padrone dei cani

Un uomo è stato condannato a 800 euro di multa perché i suoi cani indossavano un collare "anti-abbaio", cioè di quelli che danno la scossa all'animale quando prova ad abbaiare. Il 35enne si è giustificato dicendo che si trattava di una circostanza "eccezionale e sorvegliata per evitare che disturbassero i vicini", ma la Suprema Corte ha respinto il suo ricorso e confermato la condanna stabilita dal Tribunale di Verona nel 2014. L’imputato è stato anche condannato a versare duemila euro alla Cassa delle ammende.

I vari tipi di collare "anti-abbaio" - Anche online sono disponibili per poche decine di euro dei collari correttivi. Ne esistono tre categorie: quelli elettrici, quelli ad ultrasuoni e quelli alla citronella. I primi due sono già stati banditi in Paesi come la Svizzera, mentre il terzo tipo è quello più efficace e meno invasivo per l'animale. 

La condanna - I giudici hanno ritenuto che il collare anti-abbaio integri il reato di maltrattamenti “in quanto concretizza una forma di addestramento fondata esclusivamente su uno stimolo doloroso tale da incidere sensibilmente sull'integrità psicofisica dell'animale”. I cani erano infatti “muniti di collare anti-abbaio funzionante dal momento che all'avvicinarsi delle guardie gli stessi non avevano abbaiato”. Inoltre un testimone ha sostenuto che i due setter indossavano “permanentemente” quel collare.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali