FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Usa, morto il cantante Prince: il folletto di Minneapolis si spegne a 57 anni

La notizia rimbalza in tutto il mondo. La polizia nella sua casa sta investigando sul caso. Il corpo trovato in ascensore

Lutto nel mondo della musica: il cantante Prince è morto all'età di 57 anni. Il corpo del cantante è stato trovato senza vita in un ascensore, nel compound di Paisley Park dove l'artista viveva, a Minneapolis. La rockstar, il cui vero nome è Prince Rogers Nelson, era stato colpito da un malore il 15 aprile che aveva costretto il jet privato su cui era a bordo ad un atterraggio di emergenza. Ma il giorno dopo era salito sul palco per un concerto.

Addio a Prince, il Folletto che conquistò il mondo

La notizia delle auto della polizia e delle ambulanze davanti al comprensorio di lusso dove l'artista viveva hanno fatto immediatamente il giro del web e dei social media. Ancora un po' di speranza per i fan di tutto il mondo. Poi la conferma di quello che tutti temevano, data dall'agente di Prince, Yvette Noel-Schure. L'addetto stampa di Prince ha confermato la notizia. Era stato proprio lui, dopo il malore del 15 aprile, a parlare di "una banale influenza", che poi lo aveva portato a cancellare due concerti. L'ufficio dello sceriffo della contea di Carver ha fatto sapere che le autorità locali hanno risposto a un'emergenza medica presso la struttura di Paisley Park, dove ha sede anche lo studio di registrazione del cantante, intorno alle 9.43 (le 16.43 in Italia).

Il corpo in ascensore - Il corpo è stato ritrovato in uno degli ascensori di Chanhassen, dove si trovano gli studios in cui il cantante registrava. Si è tentato anche un ultimo disperato tentativo di rianimazione ma senza successo.

I messaggi su Twitter - Su Twitter un lunghissimo elenco di cinguettii per l'ultimo saluto a un vero e proprio eroe del pop-rock anni '80. Da Spike Lee a Naomi Campbell, da Kate Perry e a Billy Idol, passando per Robbie Williams, un tributo infinito all'artista.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali