FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bufera Procure, il Csm sospende Palamara da funzioni e stipendio

Il magistrato romano, che è indagato a Perugia per corruzione, ha annunciato che impugnerà la sospensione. Secondo il Consiglio, il pm ha dato vita a un "risiko giudiziario"

La Sezione disciplinare del Csm ha sospeso dalle funzioni e dallo stipendio il pm romano Luca Palamara, indagato a Perugia per corruzione. Il tribunale delle toghe ha accolto la richiesta avanzata dal pg della Cassazione Riccardo Fuzio. A Palamara viene contestato di aver violato i suoi doveri di magistrato per le vicende al centro dell'inchiesta di Perugia,dove è accusato di aver favorito Fabrizio Centofanti in cambio di viaggi e regali.

Al magistrato, che intanto aveva chiesto il trasferimento al tribunale de L'Aquila, sarà comunque corrisposto un assegno alimentare. Palamara ricorrerà alle Sezioni Unite civili della Cassazione contro la sua sospensione decisa dalla Sezione disciplinare del Csm. "Impugneremo sicuramente", ha detto il suo legale, l'avvocato Benedetto Marzocchi Buratti.

Nelle motivazioni si legge che i fatti contestati "appaiono oggettivamente e incontrovertibilmente gravi e tali da rendere incompatibile con gli stessi l'esercizio delle funzioni, perché idonei a compromettere irrimediabilmente, allo stato degli atti, la credibilità del magistrato, anche sotto il profilo dell'imparzialità e dell'equilibrio".

"Risiko giudiziario" - Le cene e gli incontri di Luca Palamara con Cosimo Ferri e alcuni consiglieri del Csm sui futuri assetti delle procure sono stati definiti un "risiko giudiziario" finalizzato a "interessi personali". La sezione disciplinare del Csm indica tra gli interessi in gioco anche quello a "screditare taluni magistrati a vantaggio di altri, al fine di consentire la realizzazione dei propri obiettivi programmati".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali