FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il regno delle nuove Super e Sports Car

Italiane contro tedesche e inglesi

È il Salone auto più importante dʼEuropa, perché la “neutrale” svizzera, priva di costruttori nazionali, assicura pari dignità e partecipazione a tutti coloro che vogliono farsi conoscere nel mondo dellʼautomotive. È il Salone di Ginevra, la cui 87° edizione apre domani agli addetti ai lavori e il 9 marzo al pubblico.

Sportive a Ginevra 2017

Per gli italiani, poi, Ginevra è diventato il Salone di casa dopo la chiusura di quello di Torino, e non sorprende che i marchi del “made in Italy” scelgano la kermesse elvetica per proporre le loro novità. Anche perché gli italiani che arrivano a Ginevra sono tanti, 45 mila lo scorso anno, il 6,4% del totale visitatori. Il buon nome dellʼItalia è affidato, come sempre, alle supercar ammiratissime e proprio queste passiamo in rassegna, insieme ad alcune temibili rivali presenti al Salone. Ferrari e Lamborghini sembrano andare a braccetto: il Cavallino presenta la 812 Superfast e il Toro la Aventador S. Entrambe hanno un motore V12 da 6,5 litri di cilindrata, che sviluppa 800 CV sulla Ferrari 812 Superfast e 740 CV sulla Aventador S. Sullo scatto da 0 a 100 km/h entrambe stracciano un impressionante 2,9 secondi e la velocità massima arriva ai 350 orari. Alla fine è solo una questione di gusto personale preferire lʼuna allʼaltra.

Eppure il Belpaese propone supercar ancora più esclusive di Ferrari e Lamborghini. Ne è lʼesempio la nuova Italdesign Automobili Speciali, primo prodotto sviluppato in proprio dellʼazienda fondata da Giorgetto Giugiaro. Motore V10 di 5,2 litri ed esemplari che si contano su una mano per una creatura splendida da un milione e mezzo di euro. Non meno esclusiva si annuncia la Pagani Huayra Roadster, tuttʼaltro. È la versione scoperta della favolosa Huayra, con motore V12 6.0 di derivazione Mercedes AMG, forte di 764 CV e con un hard-top leggero in carbonio e vetro. Costerà allʼincirca 2,5 milioni di euro!

E le rivali europee? Beh le tedesche puntano su prodotti più di massa, basti pensare che Porsche presenterà a Ginevra la Panamera Sport Turismo, prima carrozzeria wagon della Casa tedesca. Con lei anche la Panamera Turbo S E-Hybrid, lʼultima evoluzione dellʼammiraglia ibrida elettrica. Mercedes risponde con 4 nuovi modelli AMG per la Classe C e due splendide vetture scoperte: la GT C Roadster e la Classe E Cabrio. Si muove invece su binari più tradizionali BMW, che presenta le nuove Serie 4 e Serie 5 Touring oltre alla futuribile i8 Protonic elettrica. Audi svela la RS3 Sportback, che monta il motore 5 cilindri più potente al mondo coi suoi 400 CV. Molta attesa infine cʼè per il ritorno del marchio Alpine sotto lʼegida Renault, mentre lʼaltra francese Bugatti porta la Chiron, di cui ha avviato le prime consegne dei suoi 70 esemplari in questi giorni. Tra i primi clienti, Cristiano Ronaldo.

Concorrenti temibili delle italiane sono le sportscar inglesi. Aston Martin si presenta sul Lago Lemano con le nuove Vanquish S Coupé e Volante, il cui motore V12 6.0 sviluppa 600 CV ed è abbinato a un cambio automatico a 8 rapporti. Inedito anche il programma Q di personalizzazione ultra esclusiva. McLaren espone la nuova Super Series, una vera Formula 1 camuffata per la strada, che non solo accelera da 0 a 200 km/h in soli 7,8 secondi, ma frena dai 200 orari fino allʼarresto completo in soli 4,6 secondi e 117 metri! Un poʼ del merito va però anche agli esclusivi pneumatici Pirelli P-Zero Corsa dedicati alla seconda generazione delle Super Series.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali