FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

13/1/2009

Gb, sul web in vendita cibo scaduto

A prezzi stracciati, è boom di accessi

L'idea può far storcere il naso ai salutisti ma in Gran Bretagna sta avendo un gran successo. Una ditta ha pensato bene di vendere on line cibo scaduto a prezzi stracciati e, in tempi di crisi, sono tantissimi i consumatori che acquistano con la massima tranquillità. Un barattolo di cioccolata può costare anche un terzo in meno del suo valore. La procedura è perfettamente legale

Scaduti non vuol dire necessariamente scadenti. L'agenzia governativa che controlla il settore alimentare in Gran Bretagna, si legge su "Repubblica", spiega che i prodotti possono essere mangiati senza paura di andare in ospedale. Magari avranno piccoli difetti ma, dal punto di vista igienico, assicurano gli esperti, non ci sono problemi.

L'idea, in verità, non è nuova. Già da otto anni che diverse aziende si sono specializzate nella vendita sul web di cibo scaduto. Ma è la "Approved Food" di Sheffield che sta facendo affari d'oro. Il suo sito ha decuplicato gli accessi, soprattutto da settembre, da quando i consumatori hanno dovuto fare i conti con la crisi economica.

Nel business a guadagnarci non è solo chi fa la spesa ma anche le ditte, come supermercati, che rivendono prodotti scaduti che dovrebbero essere rimossi dagli scaffali e buttati via.

Invia un commento


(lapresse)

COMMENTI

16/09/09

alessandra



oggi ho riportato una confezione di pane scaduto da luglio 2009 che sabato 12 settembre 2009 (scontrino alla mano)ho comprato sugli scaffali di a nota catena di super alimentari,e che ieri sera ho mangiato con tutta la famiglia,bambini compresi.sapete la risposta del direttore??mi scuso"vuole un buono sconto?"
l'ho sollevato di peso!e gli ho assicurato che se questa sera i bambini all'uscita della scuola mi dicono che non sono stati bene, parte una denuncia.


18/01/09

Stefano

Nell'ottica della libertà di scelta e della consapevolezza, sarebbe utile censire i supermercati italiani che attuano questa politica. Ne ricavano sicuramente un tornaconto, ma contribuiscono a ridurre (parzialmente) gli sprechi. Il confezionato che riporta la data di scadenza 18 gennaio (oggi) difficilmente domani alle 00.01 comincia a decomporsi. Penso sarebbe molto più preoccupante se i cibi fossero così rigidamente "datati". E se io scelgo di comprare saranno fatti miei, perchè impedirlo?
13/01/09

gianfranco

l' idea e' ottima ma un po' pericolosa
lavorando nel campo alimentare sono consapevole
che la data di scadenza dei prodotti almentari e'sempre anticipata ma tanto dipende dal contenitore
a volte questo il tempo o le varie movimentazioni lo deteriorano di conseguenza
il prodotto all interno si guasta
quindi fare sempre tanta attenzione