FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Unione europea-Giappone, firmato lʼaccordo di libero scambio

Lʼ85% dei prodotti senza dazi. Juncker: "Protezionismo non protegge". Tusk: "Con Tokyo la più grande intesa commerciale di sempre"

E' stato siglato a Tokyo l'accordo di libero scambio tra Unione europea e Giappone, con lo sottoscrizione di diverse intese politiche su una serie di temi regionali e multilaterali. A firmare il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, e il premier giapponese Shinzo Abe. L'intesa tra le due aree permetterà all'85% dei prodotti agroalimentari Ue di entrare in Giappone senza dazi.

Ue e Giappone firmano uno storico accordo sul libero scambio

Juncker: "Il protezionismo non protegge" - "Con la firma dell'accordo di partenariato economico con il Giappone stiamo facendo una dichiarazione sul futuro del commercio libero ed equo. L'accordo mette equità e valori al centro. Non c'è protezione nel protezionismo e non c'è unità dove c'è l'unilateralismo". Così in un tweet il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker.

Tusk: "Con Tokyo più grande accordo commercio di sempre" - "Con il più grande accordo di commercio bilaterale di sempre, oggi cementiamo l'amicizia giapponese-europea. Geograficamente, siamo distanti. Ma politicamente ed economicamente non potremmo essere più vicini. Con i valori condivisi della democrazia liberale, dei diritti umani e dello stato di diritto". E' il commento, via Twitter, del presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali