FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Economia >
  • Merkel: "Bce non freni riforme in Ue"Draghi "spara" un colpo da 1.000 mld

Merkel: "Bce non freni riforme in Ue"
Draghi "spara" un colpo da 1.000 mld

La Cancelliera tedesca mette le mani avanti sulle future mosse dell'Eurotower: il timore è che gli aiuti finanziari non spingano i Paesi deboli a fare le riforme necessarie

- Dalla Germania arriva un monito alla Banca centrale europea, in vista del lancio dell'operazione acquisto titoli di Stato per iniettare sul mercato nuova liquidità. E' importante, dice Angela Merkel, che "vengano evitati tutti i segnali che potrebbero significare un indebolimento della necessità delle riforme e di una cooperazione tra i Paesi europei. Questo va assolutamente contrastato. Per il resto aspettiamo".

Merkel: "Bce non freni riforme in Ue"Draghi "spara" un colpo da 1.000 mld

Giovedì è il giorno del quantitative easing - Dovrebbe essere giovedì il giorno in cui la Bce farà partire il piano di quantitative easing, l'acquisto cioè da parte della Banca Centrale del debito dei Paesi Ue. Secondo indiscrezioni dell'agenzia Bloomberg, che cita fonti vicine al dossier, il piano prevederebbe acquisti per 50 miliardi al mese fino al 2016. I primi acquisti dovrebbero avvenire a partire dal mese di marzo.

In base alle indiscrezioni trapelate, nel caso in cui il piano di acquisti di Bond sovrani da parte della Bce partisse a marzo prossimo per poi terminare alla fine del 2016, l'ammontare complessivo del programma dovrebbe aggirarsi sui 1.100 miliardi di euro. La cifra appare in linea con il proposito del presidente della Bce Mario Draghi di espandere il bilancio della Banca centrale verso i livelli d'inizio 2012 aumentandolo quindi di circa 1.000 miliardi.

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X
TAG:
Angela merkel
Mario draghi
Banca centrale europea