FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Mediaset, approvati i risultati del primo semestre 2018: bene la raccolta pubblicitaria in Italia e in Spagna con i Mondiali

Centrati gli obiettivi previsti: Utile netto a 42,8 milioni, ricavi a 1,847 miliardi. Con lʼoperazione Ei Towers ci sarà una significativa plusvalenza

Mediaset, approvati i risultati del primo semestre 2018: bene la raccolta pubblicitaria in Italia e in Spagna con i Mondiali

Mediaset chiude i primi sei mesi del 2018 con un utile netto di 42,8 milioni di euro (-42,5%). I ricavi, si legge in una nota sono stabili a 1.847,6 milioni di euro (+0,1%), il risultato operativo è stato pari a 172 milioni di euro (-18,3%). Il gruppo "ha centrato gli obiettivi previsti: risultato operativo e utile netto positivi" sottolinea una nota in cui si segnalano la crescita delle quote di mercato pubblicitario sia in Italia sia in Spagna.

Il consiglio di amministrazione di Mediaset, riunitosi sotto la Presidenza di Fedele Confalonieri, ha approvato la relazione sul primo semestre 2018. Il gruppo chiude un semestre che consolida i buoni andamenti registrati nei primi tre mesi centrando gli obiettivi previsti. L'incremento pubblicitario è anche dovuto all'ottima raccolta del mese di giugno generata dall'esclusiva dei Mondiali di Calcio Russia 2018 acquisita da Mediaset in entrambi i paesi di riferimento.

Si segnala inoltre che successivamente al 30 giugno 2018, oltre alla fase conclusiva dei Mondiali che ha registrato un grande successo editoriale e di ascolti, si è verificato un altro evento positivo per gli assetti economici della società. Il 16 Luglio 2018, Mediaset ha stretto una partnership con il fondo infrastrutturale F2i SGR che prevede la partecipazione nella nuova società che promuoverà un’Opa totalitaria sul capitale di Ei Towers Spa, società quotata di cui Mediaset detiene la partecipazione di controllo.

In caso di successo, al termine dell'operazione Mediaset registrerà una significativa plusvalenza oltre a nuova cassa e al miglioramento della posizione finanziaria netta.

Ecco l'andamento del Gruppo in sintesi:

-I ricavi netti ammontano a 1.847,6 milioni di euro rispetto ai 1.845,7 milioni del primo semestre 2017. In Italia, i ricavi sono stati pari a 1.340,4 milioni di euro rispetto ai 1.337,8 milioni di euro dello stesso periodo dell’anno precedente. In Spagna i ricavi raggiungono 507,9 milioni di euro in linea rispetto ai 508,5 milioni del 2017. Determinante sui ricavi in entrambi i paesi l’andamento dei mercati pubblicitari. In Spagna, i ricavi pubblicitari televisivi lordi sono stati pari a 502,3 milioni di euro in linea con l’esercizio precedente (501,0 milioni di euro). In Italia, i ricavi pubblicitari lordi si sono attestati a 1.100,2 milioni di euro registrando una crescita del 2,2% sui primi sei mesi 2017 (1.076,8 milioni di euro). Si tratta di un dato ancor più significativo se comparato al calo dell’1,4% del mercato pubblicitario italiano, dato calcolato da Nielsen per i primi cinque mesi del 2018 (gennaio-maggio) rispetto al pari periodo 2017.

- I costi operativi complessivi (costi del personale, altri costi operativi, ammortamenti e svalutazioni) ammontano a 1.674,7 milioni di euro rispetto ai 1.633,6 milioni di euro del primo semestre 2017. In Spagna sono stati pari a 355,5 milioni di euro rispetto ai 349,3 milioni di euro del 2017. In Italia i costi operativi complessivi sono stati pari a 1.319,3 milioni di euro rispetto ai 1.284,9 milioni del 2017, con una crescita del 2,7% per effetto del costo dei diritti e della produzione tv della prima fase dei Mondiali di Calcio.

- L’Ebit di Gruppo ammonta a 173,0 milioni di euro rispetto ai 212,1 milioni del precedente esercizio. In Italia l’Ebit è pari a 21,1 milioni di euro rispetto ai 52,9 milioni del 2017. In Spagna il dato segna 152,3 milioni di euro rispetto ai 159,2 milioni del precedente esercizio.

- Il risultato netto di Gruppo raggiunge i 42,8 milioni di euro rispetto ai 74,5 milioni di euro registrati nello stesso periodo del 2017.

- L’indebitamento finanziario netto al 30 giugno 2018 è pari a 1.413,5 milioni di euro rispetto ai 1.392,2 milioni di euro alla pari data 2017 con una generazione di cassa caratteristica di 132,7 milioni di euro rispetto ai 199,4 milioni del primo semestre 2017. Sulla differenza ha inciso in particolare lo sfasamento tra i costi dei diritti dei Mondiali di calcio già integralmente sostenuti e gli incassi degli spazi pubblicitari che avverranno nel secondo semestre dell’esercizio. Nel periodo sono stati inoltre sostenuti investimenti in aggregazioni d’impresa da parte di Ei Towers pari a 36,5 milioni di euro oltre a 127,5 milioni di euro per dividendi distribuiti sia in Italia sia in Spagna da EITowers e Mediaset España.

- Ascolti televisivi. Nei primi sei mesi 2018 le reti Mediaset confermano una netta leadership sul target commerciale sia in Italia sia in Spagna in tutte le fasce orarie. In Italia, Mediaset è leader sul pubblico 15-64 anni con il 36,3% in prime time e il 34,7% di share nelle 24 ore. Canale 5 è la rete italiana più vista sul target commerciale in tutte le fasce orarie con il picco d’ascolto in prime time (18,1%). In Spagna, le reti televisive Mediaset España mantengono sul target commerciale la leadership assoluta nelle 24 ore con il 31,2% di share. Telecinco si conferma rete spagnola più vista nelle 24 ore (14,2%) sul totale individui.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali