FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Fiat-Chrysler, esordio amaro a Wall Street: il titolo perde lʼ1%

I mercati avevano invece premiato lʼazienda sulla piazza di Milano. Marchionne: "Culmine del lavoro". John Elkann: "Momento storico"

Fiat-Chrysler, esordio amaro a Wall Street: il titolo perde l'1%

Esordio amaro per Fiat Chrysler Automobiles a Wall Street: nel giorno del suo sbarco alla Borsa di New York, il titolo chiude in calo dell'1,00% a 8,91 dollari per azione. Era andata meglio a Piazza affari, dove i titoli Fca hanno chiuso la loro prima giornata di Borsa agganciando la soglia dei 7 euro con un rialzo dell'1,22%.

Alla cerimonia della chiusura della giornata di contrattazioni a Wall Street, per suonare la campanella oltre all'amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne, e al presidente del gruppo, John Elkann, hanno partecipato a sorpresa la moglie di quest'ultimo, Lavinia Borromeo, e i due loro bambini, Leone e Oceano. La famiglia Elkann è salita sul palco della campanella pochi minuti dopo la chiusura delle contrattazioni.

Il debutto a Piazza Affari - In parallelo con Wall Street, il titolo ha debuttato a Piazza Affari, guadagnando il 3,17% a 7,15 euro. Un buon esordio per il titolo della Nuova Fiat, dove dal 13 ottobre diventa operativo il nuovo Consiglio d'amministrazione, composto da John Elkann, Sergio Marchionne, Andrea Agnelli, Tiberto Brandolini d'Adda, Glenn Earle, Valerie A. Mars, Ruth J. Simmons, Ronald L. Thompson, Patience Wheatcroft, Stephen M. Wolf and Ermenegildo Zegna.

Elkann: "Momento storico" - John Elkann ha definito "un momento storico" il debutto del titolo a Wall Street. Mentre l'amministratore delegato Sergio Marchionne ha scritto in una nota: "E' il culmine del lavoro che abbiamo fatto negli ultimi cinque anni e mezzo per raggiungere un'unione straordinaria". A New York il titolo è stato trascinato in negativo dai listini, con il Dow Jones che in chiusura ha perso l'1,35% a 16.321,26 punti e il Nasdaq l'1,46% a 4.213,66 punti. Male anche l'indice S&P500 che è sceso dell'1,64% a 1.874,80 punti.