FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Milano Moda Uomo: le tendenze dai primi due giorni di sfilate

Scoprite i momenti cult dalle passerelle di Versace, Prada, Ferragamo, Vivienne Westwood e Calvin Klein, le novità e i must have imperdibili per il prossimo Autunno-Inverno 2016

Milano Moda Uomo: le tendenze dai primi due giorni di sfilate

Si è conclusa ieri la prima parte della Milano Moda Uomo con le sfilate dedicate all'Autunno-Inverno 2016. Ispirazioni e tendenze diverse sono emerse in questi primi due giorni di show. Ecco cosa ci ha colpito maggiormente.

Milano Moda Uomo: le tendenze dai primi due giorni di sfilate

Dall'uomo che va sulla luna di Versace e Calvin Klein al marinaio emotivo di Prada: ecco tutto il meglio dei primi due giorni di sfilate.

leggi tutto

Versace: una location “spaziale” per celebrare una collezione che parla di universo e futuro. Lo show si è tenuto, infatti, in uno dei padiglioni di Milano Fiera dove all'entrata luci rosa shocking hanno accolto i numerosi ospiti. Luci che d'improvviso sono virate verso il blu e hanno così accompagnato l'ingresso ad effetto dell'uomo Versace.

Un uomo che sicuro e baldanzoso alterna classici completi sartoriali in nuance pastello - lilla, carta da zucchero - ad altri da astronauta, in pelle color argento. Donatella Versace dà quindi vita a una serie di capi diversificati, dallo sportswear - gran tendenza dell'ultimo periodo - alla tradizione, senza escludere l'originale e lo stravagante.

Salvatore Ferragamo: si narra che Andy Warhol acquistò un paio di scarpe da Ferragamo e le dipinse con schizzi di vernice. Ecco che per la prossima stagione i modelli calcano la passerella con calzature signorili letteralmente “sporcate” da spruzzi di vernice colorati. I cappotti sono però il vero focus della collezione, eleganti e sofisticati, alternano forme strutturate ad altre più basic.

Calvin Klein: il tema dello spazio si rivela, quantomeno parzialmente, d'ispirazione anche dal brand americano che per l'occasione manda in passerella giacche particolarmente ampie in nylon argento e dorato. Interessante la rivisitazione del completo maschile, indossato da top model come Mariacarla Boscoso e Gemma Ward, a sottolineare sensualità e versatilità nell'adattarsi perfettamente al corpo femminile.

Vivienne Westwood: la chiave di lettura per chi ancora non capisse le sfilate della donna del punk è semplicemente una, il momento della sfilata è una festa, una performance mentre è in negozio che si possono trovare capi bizzarri sì, ma più portabili. In ogni caso per la prossima stagione il messaggio è uno solo: "Be specific". Ecco dunque che gli uomini si confondono con le donne, i vestiti si portano sopra i pantaloni, le scollature si fanno profonde pur rimanendo nel territorio neutro dove a farla da padrone sono i completi maschili.

Prada: gli show di Miuccia Prada sono - o quantomeno vorrebbero essere - sempre una lezione. Poco importa che sia di vita, di storia, di cultura e quant'altro. Importante è imparare qualcosa alla fine della sfilata.

Per la sfilata dedicata all prossima stagione il design della location è stato studiato per riprendere l'auto-da-fé, cerimonia pubblica legata all'Inquisizione Spagnola, una sorta di piramide sociale dove ricchi e poveri hanno posizioni diverse. Gli abiti riprendono i disegni, realizzati appositamente per l'occasione, da Christopher Chemin, mentre cappellini e camicie sono una rivisitazione dell'abbigliamento dei più classici marinai.

Leggi anche gli altri articoli moda su Grazia.it

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali