FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Venezia, incastrata nel letto contenitore: muore soffocata e la procura apre indagine

Roberta Romano, agente di polizia penitenziaria, è stata trovata in casa senza vita dalla figlia

 Italia, monumenti, piazze, drone, vista dall'alto
Istockphoto

Sembra un incidente domestico eppure, data la particolarità, gli inquirenti hanno deciso di attendere l'esito dell'autopsia prima di chiudere le indagini. Roberta Romano, 56enne agente di polizia penitenziaria in servizio alla Giudecca di Venezia, è stata trovata senza vita in casa dalla figlia. Sarebbe rimasta incastrata nel suo letto contenitore e morta per soffocamento. E' accaduto a Santa Marta, nel capoluogo veneto.

A raccontare lo strano caso ci ha pensato il quotidiano "Il Gazzettino". Domenica sera, verso le 21:30 la figlia di Roberta Romano è entrata in casa e ha trovato la madre dentro al letto contenitore, purtroppo già senza vita. Ha chiamato i soccorsi ma i medici immediatamente giunti sul posto hanno solo potuto constatare in decesso.

 

Roberta Romano era un impiegata amministrativa all'interno del carcere femminile della Giudecca. Prima però aveva ricoperto per diversi anni servizio nei bracci del penitenziario. Era molto stimata dai colleghi e questa strana morte ha lasciato molti di stucco. Cosa è successo prima della morte di Roberta resta ancora un mistero. E proprio per questo la procura di Venezia ha posto sotto sequestro l'appartamento e ordinato l'autopsia.

 

Il medico legale dovrà stabilire se si sia trattato di un decesso naturale, magari dovuto a un malore, oppure se è morta per asfissia. E in quest'ultimo caso anche se si sia trattato di un incidente. E' l'ipotesi principale al momento. Una fatalità, una distrazione che potrebbe aver dato inizio a un incidente domestico che ha lasciato senza scampo la povera Roberta Romano

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali