FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Treviso, addio al celibato nel sangue: muore 20enne

Tra due gruppi è scoppiata una rissa, forse, per il troppo rumore. Sette i feriti di cui tre gravi. I carabinieri sono alla ricerca dei tre aggressori

Doveva essere un addio al celibato all'insegna del divertimento e invece la scorsa notte i festeggiamenti a Fontane di Villorba, nel Treviggiano, sono finti nel sangue. Per motivi ancora in fase di accertamento, tra due gruppi di persone è scoppiata una rissa: dalle parole i litiganti sono passati ai fatti e sono spuntati alcuni coltelli. Sette persone sono rimaste ferite e uno dei più gravi, un 20enne originario dell'Europa dell'Est, è morto poco dopo l'arrivo dell'ambulanza.

Secondo la prima ricostruzione della vicenda erano in dieci a festeggiare a casa l'amico che si sarebbe dovuto sposare. Pare, però, che gli schiamazzi abbiano irritato i vicini, tre persone di origine romena. La discussione sarebbe poi sfociata in una rissa in strada, nella quale i tre avrebbero usato dei coltelli colpendo il gruppo che, in parte, si è dato alla fuga.

In strada sono rimasti i feriti e il 20 enne moldavo morto poco dopo l'intervento del 118. Dei sette giovani feriti, tre versano in gravi condizioni all'ospedale Ca’ Foncello di Treviso. Sulla vicenda indagano i carabinieri che sono alla ricerca dei tre aggressori.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali