FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Veronica Panarello: Loris è morto per un incidente con fascette

Ragusa. La nuova versione data dalla madre del piccolo ai magistrati: "Ho tentato di salvarlo, ma presa dal panico ho nascosto il cadavere"

Veronica Panarello: Loris è morto per un incidente con fascette

Loris Stival sarebbe morto mentre giocava in casa con le fascette elettriche che lo hanno strangolato. E' la nuova versione della madre data ai magistrati di Ragusa. Per Veronica Panarello sarebbe stato quindi un "incidente" avvenuto dopo che lei era tornata a casa, dopo avere accompagnato a scuola l'altro figlio. Dopo avere fatto di tutto per salvare Loris, presa dal panico avrebbe preso il corpo per adagiarlo in un canalone.

"Nessun complice, non sapevo come giustificarmi" - Nessuno le avrebbe creduto e non sapendo come giustificarsi ha deciso perciò di liberarsi del corpo del figlio, ha ribadito Veronica Panarello che avrebbe gettato lo zaino del bambino sulla strada verso Donnafugata.

Cassazione: "Alto grado di probabilità che la madre sia l'omicida" - La custodia in carcere di Veronica Panarello deve essere mantenuta perché si basa "su una coerente analisi critica degli elementi indizianti e sulla loro coordinazione in un organico quadro che appare dotata di adeguata plausibilità logica e giuridica nell'attribuzione a detti elementi del requisito della gravità nel senso della conducenza con elevato grado di probabilità della responsabilità dell'indagata per l'omicidio". Lo sottolinea la Cassazione nelle sue motivazioni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali