FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Genova, giovane tenta di aggredire un agente: ucciso in casa, ferito il poliziotto

Un 20enne di origine ecuadoriane è morto in seguito a una colluttazione nel suo appartamento con un agente, ricoverato in codice rosso in ospedale ma non in pericolo di vita

A Genova un giovane di circa 20 anni di origini ecuadoriane è morto ucciso da un agente di polizia intervenuto nella sua abitazione su richiesta della madre, forse al culmine di una lite. Secondo una prima ricostruzione, il ragazzo avrebbe estratto un coltello nel tentativo di aggredire il poliziotto e questi avrebbe reagito sparando. L'agente, rimasto ferito nella colluttazione, è stato ricoverato all'ospedale San Martino in codice rosso.

La tragedia è avvenuta in una abitazione in via Borzoli a Genova.

L'agente di polizia è stato ferito da alcune coltellate e anche da un proiettile che sarebbe stato sparato da un collega. Il poliziotto non è in pericolo ma deve essere sottoposto a un intervento chirurgico.

Madre barricata nella stanza con la figlia - Secondo la ricostruzione fornita dalla polizia, la madre del giovane morto ha chiamato nel tardo pomeriggio il 118 perché il figlio stava dando in escandescenze. La situazione è però peggiorata, la donna si è spaventata barricandosi in una stanza con la figlia e decidendo a quel punto di chiamare la polizia.

Coltello nascosto sotto al letto - Quando gli agenti sono giunti nell'abitazione, il giovane, ha spiegato la questura, sembrava tranquillo. Poi la tragedia: il ragazzo si è seduto sul letto nella sua camera ma quando un agente si è avvicinato da sotto le lenzuola ha tirato fuori un coltello e lo ha aggredito, ferendolo. Nella colluttazione il giovane è morto e l'agente è stato raggiunto anche da un colpo di pistola. Del caso si occupa il pm Walter Cotugno che coordina le indagini della squadra mobile.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali