FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Attentato alla sede della Lega, procura: "Eʼ terrorismo"

Lʼattacco, con due oggetti esplosivi, è stato rivendicato da una sedicente cellula anarchica "Haris Hatzimihelakis/Internazionale"

Il fallito attentato alla sede provinciale della Lega di Treviso, a Villorba, "è terrorismo e gli atti sono arrivati senza esitazione alla procura distrettuale di Venezia". Lo ha spiegato il procuratore della Repubblica di Treviso, Michele Dalla Costa. L'attacco, con due oggetti esplosivi, è stato rivendicato da una sedicente cellula anarchica "Haris Hatzimihelakis/Internazionale".

Nel frattempo si va delineando la ricostruzione del fatto. Un primo ordigno, presumibilmente una innocua "bomba carta", posta su un pianerottolo di una scala metallica antincendio sul retro del palazzo chiamato "K3", sede della Lega, sarebbe stata fatta esplodere nelle prime ore di sabato mattina con l'intento di attirare sul posto le forze dell'ordine che avrebbero controllato le sedi di istituti di credito e negozi ma non l'ufficio del Carroccio.

Nella giornata di Ferragosto è arrivato un messaggio di rivendicazione firmato da una sedicente cellula anarchica "Santiago Maldonado", datato 12 agosto ma, come sembra, diffuso attraverso il web solo tre giorni più tardi. Durante un secondo controllo c'è stato quindi il ritrovamento di un altro oggetto con maggiore potenzialità deflagrante e dotato di un sistema di innesco attivabile dal passaggio di persone tramite la procurata tensione di un filo di nylon. Questa "bomba" (forse una pentola a pressione contenente, oltre al materiale esplodente, anche frammenti metallici), è stata così neutralizzata dagli artificieri della Polizia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali