FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

In teatro ha lavorato con Carmelo Bene e Giancarlo Sepe, per il cinema, con Pietro Germi, Sergio Leone ed Ettore Scola.

Allʼorigine del gesto estremo, un disagio depressivo.

In teatro ha lavorato con Carmelo Bene e Giancarlo Sepe, per il cinema, con Pietro Germi, Sergio Leone ed Ettore Scola.

di Marco Calindri                             marcocalindri@libero.it


Mèmè Perlini, figura di rilievo del teatro e del cinema italiano, ha deciso di porre fine alla sua vita lasciandosi cadere dal balcone della sua abitazione romana. All'origine del suo gesto estremo sembra esserci un grave stato di depressione che, già da qualche anno, aveva tenuto l’artista lontano dal mondo dello spettacolo.
Alla fine degli anni ’60, Perlini arriva a Roma dalla Romagna per frequentare l’Accademia delle Belle Arti ma, poco dopo, scopre la sua vocazione per il teatro dal quale si lascia coinvolgere totalmente.
Dopo le prime esperienze nei teatri sperimentali romani degli anni sessanta-settanta, inizia un suo percorso che lo porterà a lavorare, sia come regista che come attore, con importanti personaggi del teatro nazionale come Giancarlo Sepe, Carmelo Bene, Leo De Bernardinis e Giancarlo Nanni.
Aveva interpretato ruoli significativi in alcuni tra i film italiani più importanti sotto la regia di Pietro Germi, Sergio Leone ed Ettore Scola.
Non ancora settantenne ha scelto di interrompere la propria esistenza e a noi non resta che, con pietà, aver rispetto per la sua decisione.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali