FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Gli autori hanno affrontato temi di grande interesse sociale, storico e di cronaca recente.

Si conferma sempre viva la passione della scrittura per il teatro.

di Marco Calindri                                           marcocalindri@libero.it


Nella suggestiva cornice del Chiostro del Piccolo Teatro di Via Rovello a Milano e alla presenza di un qualificato pubblico di appassionati di teatro, alla fine di febbraio si è svolta la premiazione della 13° Edizione del 'Concorso Tragos di Drammaturgia', intitolato alla memoria di Ernesto Calindri.
La Presidente del Concorso, Maria Gabriella Giovannelli, ha premiato sia gli autori risultati vincitori nelle diverse sezioni che quelli meritevoli di segnalazioni speciali.
I testi risultati vincitori nelle varie categorie, sono pubblicati sul sito del 'Concorso Tragos e consultabili da parte del pubblico interessato.

Nel corso della manifestazione sono stati consegnati riconoscimenti, per la loro attività artistica, a due personalità del teatro italiano: ad Andrée Ruth Shammah, anima del Teatro Parenti di Milano, per il contributo al teatro italiano e alla cultura milanese e ad Angela Finocchiaro per la capacità di interpretare sia ruoli spiccatamente comici che personaggi di maggiore profondità umana.
Le Giurie delle differenti sezioni erano composte da: Maria Gabriella Giovannelli (Presidente), Enrico Redaelli Spreafico, Martina Treu, Marco Calindri, Beatrice Laurora, Roberto Carnevali, Marilena Verri, Raffaele Zenoni e Valentina Garavaglia.

Di seguito l’elenco delle sezioni e dei relativi vincitori della 13° Edizione:
‘Sezione Drammaturgia’ (pari merito): ‘L’indagine’ di Aldo Cirri (Roma) e ‘Invisibile Orfeo’ di Antonio De Lisa (Potenza).
‘Sezione Monologhi’ (pari merito): ’Pinuccio’ di Aldo Rapé (Caltanissetta) e ‘Il paese delle facce gonfie’ di Paolo Bignami (Como).
‘Sezione Teatro Donna’: ‘Il kalashnikov e la colomba’ di Chiara Rossi (Genova).
‘Sezione Regia’: Dario De Luca (Cosenza) per la messa in scena de ‘Il Vangelo secondo Antonio’, drammaturgia di Dario De Luca.
‘Sezione Regia – Studio di Progettazione’: Francesca Salvatori (Campobasso) per l’idea di regia, Lisi Michele (Bitonto) per lo studio sulle scene, Elisa Cobello (Mestre), per lo studio sui costumi inerenti alla progettazione della ‘Traviata’ di Giuseppe Verdi.
‘Sezione Tesi di Laurea’: Caroline Pagani (Venezia) per la tesi: ‘Shakespeare’s Lovers. Le donne di Shakespeare tra Teatro e Arti Visive. Le rappresentazioni dell’Eros’.

La Giuria ha inoltre attribuito le seguenti Segnalazioni:
‘Segnalazione Speciale Vincenzo Di Lalla’ al testo ‘Il paese dalle facce gonfie’ di Paolo Bignami (Como).
‘Segnalazione Speciale per la Nuova Drammaturgia 2017’ al testo: ‘Stasera vedrai’ di Maria Gabriella Olivi (Roma).
‘Segnalazione Speciale Vittorio Giavelli’ al testo ‘Solo con Falcone’ di Marco Pizzi (Roma).
‘Segnalazione Speciale per la Drammaturgia ‘ al testo ‘In Cortisone Veritas’ di Marco Pichierri (Genova).
‘Segnalazione Speciale per la Regia’ e ’Segnalazione Speciale per la Scenografia’ a Salvino Raco (Parigi) per la messa in scena di ‘Anna Politkovskaja in memoriam’ di Lars Norén.
‘Segnalazione Speciale Teatro per il Sociale’ al ‘Teatro della Pozzanghera’ e alla ‘Corale Savani’ di Carpi per la messa in scena del ‘Don Giovanni’ di Moliére.

Concorso Tragos di Drammaturgia

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali