FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Ti comporti male a scuola? Vai a zappare la terra!

Niente sospensioni, ma zappa e rastrello in mano agli studenti che si comportano male in un istituto di Milano. Il preside, infatti, ha stabilito che i ragazzi che infrangono il regolamento scolastico provvederanno alla cura dellʼorto e del verde della scuola

Ti comporti male a scuola? Vai a zappare la terra!

Ha suscitato scalpore la scelta del dirigente scolastico Domenico Balbi, dell'istituto Albe Steiner di Milano, di 'mandare a zappare' gli studenti indisciplinati. Sì, tutto vero: le sospensioni e le multe nella scuola milanese saranno sostituite dal lavoro all’aria aperta. Non si tratta, però, di un provvedimento da 'preside-sceriffo', ma di una decisione che ha riscosso successo sia tra gli studenti che tra i genitori. "Quando trovo i ragazzi a fumare all'interno della scuola o all'esterno, dovrei fargli una multa di 27 euro che, però, viene commutata in lavoro - ha spiegato il preside - All'inizio i ragazzi accettavano divertiti, pensando che fossero ore di svago, ma questa percezione è durata poco. Rastrellano, raccolgono pietre, potano, abbattono gli alberi malati e trasportano manualmente gli scarti del verde, quindi ora hanno compreso il senso della fatica". A riportare la notizia è il sito Skuola.net.

Un metodo educativo originale
I ragazzi saranno impegnati sul retro della scuola, dove è stato allestito un orto con pomodori e zucchine, mentre nei giardini interni sono state create coltivazioni di camelie, rose, ortensie e agrumi. Il metodo ha portato in breve tempo a far comprendere gli errori, il senso del lavoro ma anche ad abbellire gli ampi spazi verdi intorno al complesso scolastico. A breve, inoltre, potrebbero arrivare anche delle galline di cui prendersi cura, oltre a un progetto comunale (in corso di valutazione) sull’apicoltura. L’idea avuta dal preside, a conti fatti, sta avendo effetti più che positivi per la valorizzazione del suo istituto.

Non è la prima volta
Il caso di Milano, però, non è un fatto isolato. Infatti, ad aprile scorso, aveva già destato interesse la scelta del preside di un liceo artistico di Nuoro, anche lui deciso a punire in modo esemplare i ritardi dei suoi studenti, che avevavo imposto ai ragazzi indisciplinati di zappare la terra nell’ettaro di terreno incolto che circonda la scuola. Una decisione non fine a sé stessa ma anch'essa inserita all’interno di un progetto chiamato “Un milione di alberi”, che punta proprio a valorizzare la scuola attraverso la creazione di un parco.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali