FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Ue: ok Italia a regola debito nel 2017, tra un anno nuovo controllo

"Abbiamo deciso di non aprire una procedura", ha precisato il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis

Ue: ok Italia a regola debito nel 2017, tra un anno nuovo controllo

L'analisi del debito per l'Italia "suggerisce che la regola del debito è rispettata" e che il Paese è "ampiamente in linea con il braccio preventivo del Patto di stabilità nel 2017". Lo scrive la Commissione Ue nelle raccomandazioni all'Italia. "Abbiamo deciso di non aprire una procedura per debito per l'Italia", ha precisato il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis. Tra un anno ci sarà un nuovo controllo.

"A questo stadio non proponiamo di aprire procedure per deficit eccessivo" su Italia e Belgio, ha annunciato Dombrovkis, spiegando che sui due Stati si procederà a stilare un rapporto sul debito.

Dombrovskis all'Italia: "Prosegua riduzione debito" - "Il messaggio politico per l'Italia è chiaro - ha detto il vicepresidente della commissione Ue -. L'Italia deve continuare a ridurre il debito pubblico che è il secondo più alto dopo la Grecia, ma dalla nostra valutazione vediamo un ampio rispetto del Patto nel 2017 e della regola del debito. Quello che raccomandiamo è di continuare a ridurre il deficit e il debito e concretamente per il 2019 raccomandiamo un aggiustamento strutturale di 0,6%".

Moscovici: "Su debito italiano occorre trovare risposta credibile" - "Il debito italiano è una questione importante per il futuro dell'Italia, innanzitutto per i cittadini italiani, quindi bisogna trovare una risposta credibile". Lo ha affermato in conferenza stampa a Bruxelles il commissario europeo Pierre Moscovici. "Da innamorato dell'Italia e amico degli italiani credo che dobbiamo essere attenti su questo punto", ha concluso il politico francese.

"La Commissione non commenta situazione politica italiana" - Nel rapporto l'Ue avverte peraltro come "data la sua rilevanza sistemica, l'Italia è una fonte di ricadute potenzialmente significative sul resto dell'area euro". Quanto ai propositi finora espressi da Movimento 5 Stelle e Lega, impegnati nella formazione di un nuovo governo "la Commissione non può e non deve commentare gli annunci. Appena ci sarà un governo spero che avremo una cooperazione basata sul dialogo e la comprensione reciproca . L'Italia - ha ricordato - è un Paese fondatore dell'Ue".

Le raccomandazioni Ue all'Italia: accorciare i tempi dei processi e combattere la corruzione - L'Italia deve ridurre la durata dei processi civili e, attraverso l'accorciamento dei tempi di quelli penali e l'attuazione del nuovo quadro anti-corruzione, puntare a una più efficace prevenzione e repressione di questo fenomeno. A indicarlo, nelle raccomandazioni al nostro Paese, è la Ue, secondo cui l'Italia dovrebbe anche aumentare l'efficienza e la qualità dei servizi pubblici locali e pensare a una nuova legge annuale sulla concorrenza.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali