FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Arrestata per aver strangolato unʼanziana, confessa un altro delitto

Susanna Lazzarini, killer dellʼ81enne di Mestre Francesca Vianello, ha ammesso di aver commesso un altro omicidio per il quale era stata condannata unʼinnocente

Arrestata per aver strangolato un'anziana, confessa un altro delitto

Aveva confessato di aver strangolato a Mestre a fine dicembre un'anziana, Francesca Vianello, per un prestito di soldi. Adesso Susanna Lazzarini ha ammesso di essere colpevole di un secondo delitto. Secondo la squadra mobile di Venezia, la donna ha detto di aver ucciso, nel 2012, Lidia Taffi Pamio: per quell'omicidio era stata condannata in primo grado a 24 anni un'infermiera sua vicina di casa, Monica Busetto, che si era sempre proclamata innocente.

La confessione è giunta nella notte tra il 24 e il 25 febbraio, al termine di un lungo interrogatorio. Dopo l'omicidio Vianello, il Dna di Susanna Lazzarini, detta "Milly", è stato catalogato dalla polizia scientifica. Gli inquirenti hanno poi riscontrato una perfetta coincidenza con una traccia di sangue attribuita a "ignoti" ritrovata sulla scena del delitto Pamio. Entrambi i delitti sono stati compiuti prima delle feste di Natale.

Intanto la Corte d'Assise d'Appello di Venezia ha predisposto l'obbligo di dimora e di firma per l'infermiera condannata ingiustamente, Monica Busetto.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali