FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

"Ho pensato alla mamma": così Edoardo è sopravvissuto al Rigopiano

Il piccolo superstite racconta le ore trascorse sotto la neve e le macerie in attesa dei soccorsi: "Sentivo grida e urla. Ci siamo ritrovati al buio e a turno abbracciavamo Ludovica"

"Ho pensato alla mia mamma": questo dice Edoardo Di Carlo, 10 anni, rivivendo le ore terribili trascorse sotto la neve e le macerie dell'hotel Rigopiano. Il piccolo superstite, estratto vivo dai soccorritori, ancora non sa di aver perso entrambi i genitori. Al quotidiano "Il Messaggero" ha raccontato i suoi due giorni trascorsi nella sala del biliardo con altri due bimbi: "Eravamo soli, abbiamo pianto tantissimo".

Edoardo, 60 ore con Samuel e Ludovica - Zia Laila vorrebbe che tutti questi ricordi, in realtà, non venissero fuori. E invece Edoardo Di Carlo, racconta tanti piccoli dettagli della tragedia che ha vissuto e a cui è miracolosamente sopravvissuto. Il piccolo di 10 anni è stato estratto vivo dal Rigopiano assieme agli altri bambini: Samuel e Gianfilippo, di 8 anni, e Ludovica, di 6.  Edoardo è ancorta in ospedale, nel reparto di Pediatria del Santo Spirito di Pescara; con lui, instancabilmente e ininterrottamente ci sono gli zii e i fratelli maggiori Piergiovanni e Riccardo. Ancora non sa, il piccolo, di aver perso, in quell'hotel, la mamma e il papà. "Noi non gli chiediamo nulla di quanto ha passato e lasciamo che sia lui a tirar fuori quello che ha passato" spiega la zia, straziata dal dolore ma infinitamente orgogliosa di quel piccolo gigante: "E' uno scugnizzo dotato di grande sensibilità, è un bimbo eccezionale". 

"A turno tenevamo in braccio Ludovica" - L'eccezionalità di Edoardo emerge dalla semplicità con cui racconta, al quotidiano "Il Messaggero", come ha trascorso le 60 ore in attesa della salvezza: "Mi trovavo in una stanza con altri due bambini e per tutto il tempo ho sentito la voce di una donna che piangeva e gridava aiuto. In quei momenti, però, io ho pensato alla mia mamma". Quella mamma che, Edoardo non lo sa, non ce l'ha fatta. Gli altri due piccoli, invece, sono Samuel e Ludovica. E come lui, sono sani e salvi. Erano tutti e tre nella sala del biliardo, a giocare, quando la slavina si è abbattuta sull'hotel spazzandolo via. E una volta rimasti isolati, soli e al buio, i due bimbi si sono trasformati nei cavalieri che ogni piccola merita di avere al suo fianco. E' lo stesso Edoardo, infatti, a raccontare di come lui e Samuel si siano presi cura di Ludovica: "L'abbiamo coccolata e tenuta in braccio a turno. Poi raccontavamo delle fiabe". Il coraggio immenso dei bambini. Ma anche, naturalmente, la loro paura: "Sì, abbiamo pianto tantissimo". E l'imbarazzo, genuino, di chi si ritrova in una situazione anomala: "Non sapevamo dove fare la pipì. Così a Samuel ho detto: sei un maschietto, non hai problemi", spiega ancora Edoardo.

Il destino di un'amicizia - E tra Edoardo e Samuel è nata un'amicizia straordinaria: "Sono diventati inseparabili, vederli sorridere e vivere momenti di spensieratezza ci riempie il cuore di gioia" dice zia Laila. Samuel ancora non ha notizie dei suoi genitori mentre la famiglia di Ludovica è scampata all'incubo. Al piccolo Edoardo, invece, servirà ancora tutta la sua straordinaria forza già mostrata sotto le macerie. Non solo per riprendersi completamente dall'incubo vissuto (in questo pare sia già a un ottimo punto) ma per ricevere la notizia che i suoi genitori, e quella mamma a cui lui ha pensato tutto il tempo, non ci sono più.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali