FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Mafia, la figlia di Riina chiede il bonus bebè: "no" dal Comune di Corleone

Lʼamministrazione ha ritenuto "incompleta" la domanda presentata dalla donna, residente nella città siciliana dal ʼ93

Lucia Riina, la più piccola dei quattro figli del boss mafioso Totò, ha fatto domanda al Comune di Corleone per ottenere il bonus bebè, un assegno riconosciuto dall'amministrazione a chi versa in precarie condizioni economiche. Il Comune, sciolto per mafia e retto da tre commissari, ha però risposto di "no", sottolineando che la domanda della 35enne è stata ritenuta "incompleta". Lucia Riina si è stabilita a Corleone nel '93 dopo l'arresto del padre.

Il Comune di Corleone ha inoltre definito "fuori termine" la domanda presentata dal marito di Lucia, Vincenzo Bellomo.

Inps: "La coppia non è così povera" - Il rifiuto è stato ribadito dall'Inps, che non ritiene la coppia così povera da poter usufruire dell'assegno. Lucia Riina fa la pittrice e i suoi lavori sono pubblicizzati su internet.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali