FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Cagliari, fa la rovesciata e sbatte la testa: bimbo muore mentre si allena

Il ragazzino di dieci anni è deceduto sul colpo, davanti agli occhi del padre, mentre stava giocando a pallone

Cagliari, fa la rovesciata e sbatte la testa: bimbo muore mentre si allena

Tragedia a Quartu Sant'Elena (Cagliari), dove un bambino di dieci anni, Luca Puxeddu, è morto mentre giocava a pallone. Da quanto emerso, il bambino mentre effettuava una rovesciata è caduto, battendo la testa, ed è morto sul colpo. Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri e il personale medico del 118, ma per il piccolo calciatore non c'era più nulla da fare.

Il ragazzino aveva appena finito di giocare una partita, nei campi di via San Francesco, dietro il cimitero di Quartu. A bordo campo, ad assistere alla partita c'erano anche il padre. Il bambino sarebbe comunque rimasto sul terreno di gioco ancora qualche minuto per allenarsi.

Un paio di palleggi e qualche tiro, poi ha tentato una rovesciata, ma è caduto male, battendo violentemente la testa sul terreno. Immediata la richiesta di soccorsi da parte del padre che si è precipitato sul posto dell'incidente. Una volta sul luogo della tragedia, i tentativi dei medici di rianimarlo purtroppo si sono rivelati inutili. Il magistrato ha disposto la consegna della salma ai familiari.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali