FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Estate, Gdf: irregolare un affitto su due, "case pollaio" in Salento

Delle 811 verifiche effettuate dai finanzieri in tutta Italia una su due è risultata irregolare, con 450 violazioni riscontrate. Ventisette appartamenti sovraffollati a Gallipoli: 181 ospiti

Vere e proprie "case pollaio", abitazioni senza i minimi requisiti igienico-sanitari e riempite all'inverosimile. E' quanto ha scoperto la guardia di finanza in Salento, nell'ambito dei controlli avviati dal 1 luglio sui proprietari di seconde e terze case che affittano nelle località di vacanza più in voga. Delle 811 verifiche effettuate dai finanzieri in tutta Italia una su due è risultata irregolare, con 450 violazioni riscontrate.

A Gallipoli la maggior parte delle irregolarità - La maggior parte delle abitazioni fuori da ogni regola sono state scoperte a Gallipoli, una delle mete più gettonate di tutto il Salento e tra le località balneari più in voga tra i giovani. 370 delle violazioni riscontrate hanno riguardato affitti in nero.

Case senza i requisiti igienici minimi - Durante i controlli, i finanzieri si sono imbattuti in case prive dei requisiti igienici necessari, affittate in nero e riempite soprattutto di ragazzi tra i 16 e i 28 anni. In un caso, ai giovani era stato affittato anche un deposito con un piccolo bagno, senza finestre né impianto di areazione.

181 persone ospitate in 27 appartamenti - Sono poi stati trovati 27 appartamenti nel territorio di Gallipoli, nelle aree balneari di "Baia Verde" e "Lido San Giovanni", che ospitavano 181 giovani turisti, 15 dei quali minori, provenienti da diverse regioni. In 24 dei 27 appartamenti è stata accertata la violazione all'ordinanza comunale riguardante il divieto di sovraffollamento (rapporto tra numero di inquilini e superficie abitabile). La sanzione è stata di 350 euro per ogni persona in eccedenza, oltre a un'ordinanza comunale di sgombero, anche coattivo, dei locali sovraffollati.Gli investigatori: "I giovani collaborano" - I finanzieri spiegano che spesso i giovani trovano a Gallipoli la "sorpresa" di stanze che non sono quelle vendute sui siti Internet "ma, pur di non rinunciare alle vacanze, si accontentano. Quando però arriviamo noi, collaborano e questo è un dato assolutamente positivo. Tanti passano anche in caserma per segnalare la mancata consegna di ricevute o denunciano di aver trovato una stanza diversa da quella concordata. Spesso presentano anche denunce".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali