FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Napoli, trova e aggredisce il capotreno che due anni prima lo aveva multato: arrestato

Durante un viaggio da Benevento incontra il capotreno che lo aveva multato nel 2016 e lo minaccia con un coltello. Arrestato dalla Polfer

Napoli, trova e aggredisce il capotreno che due anni prima lo aveva multato: arrestato

Per vendicarsi di una multa rimediata nel 2016 un 59enne ha aggredito il capotreno che lo aveva sanzionato. E' successo sul treno regionale delle Ferrovie dello Stato che collega Benevento a Napoli. Quando ha riconosciuto il capotreno che due anni prima lo aveva multato perché senza biglietto, lo ha aggredito e minacciato di morte. L'aggressore è stato però intercettato dalla Polfer e arrestato.

Il 59enne non aveva sopito la sua voglia di vendetta e quando si è trovato di fronte quel capotreno che lo aveva multato lo ha minacciato con un coltello e costretto a recarsi un vagone vuoto. Qui lo ha picchiato e anche semi strangolato. Il tutto mentre il convoglio era in movimento. Ma l'aggressore non aveva calcolato che nei minuti successivi il treno sarebbe giunto alla stazione di Napoli Centrale.

Appena il treno si è fermato, il pregiudicato ha tentato di fuggire ma è stato intercettato dalla Polfer, malgrado si fosse cambiato la maglietta per non farsi riconoscere, e arrestato con l'accusa di sequestro di persona, violenza e minacce.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali