FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Cronaca > Cgil, corteo a Roma contro Manovra
12.6.2010

Cgil, corteo a Roma contro Manovra

Epifani: "E' iniqua, pagano i soliti"

Tanti studenti, pensionati e lavoratori hanno preso parte alla manifestazione della Cgil a Roma contro la Manovra finanziaria, alla quale ha partecipato anche il segretario generale della Camera del Lavoro, Guglielmo Epifani. "Questa Manovra è iniqua - ha detto - perché a pagare sono sempre i soliti". "Inoltre -  aggiunge - non si stimola l'economia, né l'occupazione tra i giovani".

"Al posto di tagliare sugli sprechi si taglia sull'università, su noi giovani e sul futuro del Paese", dice una studentessa universitaria della facoltà di Economia della Sapienza, Elena Monticelli, sintetizzando le motivazioni della protesta di studenti medi e universitari che hanno sfilato al corteo della Cgil.

Epifani ha ribadito che "la Manovra colpisce solo alcuni e non stimola l'economia, gli investimenti e soprattutto l'occupazione dei giovani. Insieme a tutto questo, è una Manovra che non contiene nessuna riforma".

"Dall'analisi della Manovra - aggiungono gli studenti - si evince che i 400 milioni che dovevano essere restituiti all'università sono spariti. Vengono confermati i tagli della legge 133 e questo vuol dire che tantissimi atenei alzeranno le tasse per gli studenti. L'esempio di Bari, dove gli studenti hanno occupato l'università per 20 giorni è solo quello più eclatante".

Epifani ha detto di apprezzare l'iniziativa del Pd, che organizzerà una sua manifestazione contro la Manovra. "Il Pd fa la sua manifestazione e io trovo che questa è una prova importante". Così il segretario Cgil ha commentato la mancata adesione ufficiale del Partito democratico al corteo di sabato degli statali e degli insegnanti della Cgil contro la manovra varata dal governo Berlusconi. A sfilare, comunque, sono arrivati capo della segreteria del Pd, Filippo Penati e il responsabile economico, Stefano Fassina.

"Non viviamo in Paese delle meraviglie"
La Cgil "non verrà mai meno a quel senso di responsabilità nazionale che ha sempre avuto nella sua storia: quella per cui le battaglie si fanno per l'interesse generale del Paese e le fasce più deboli", ha sottolineato il segretario generale della Cgil, accusando il governo e in particolare il premier Silvio Berlusconi e il ministro dell'Economia Giulio Tremonti, di avere detto "parole false" sulla crisi.

Cgil: "100mila in piazza"
Alla manifestazione della Cgil contro la manovra economica stanno partecipando centomila persone. Il dato è stato reso noto dagli organizzatori, dal palco allestito a piazza del Popolo. "Siamo tantissimi non credo di esagerare se dico che siamo 100mila", ha detto il segretario della Cgil di Roma e Lazio, Claudio  Di Berardino, dal palco allestito in piazza del Popolo.

Questura: "25mila i partecipanti"
Sono stati 25mila i manifestanti che hanno partecipato a Roma al corteo promosso dalla Cgil contro la
manovra economica. E' questa la stima sulla partecipazione alla manifestazione fornita dalla Questura di Roma.

OkNotizie
 
Le notizie del giorno
 
 
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile