FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Volkswagen, Muller: "Pagheremo lʼextra bollo delle auto inquinanti"

La casa automobilistica ha assicurato che si accollerà ogni eventuale pagamento aggiuntivo per i circa 800mila veicoli coinvolti nello scandalo delle emissioni CO2

Volkswagen, Muller: "Pagheremo l'extra bollo delle auto inquinanti"

"Il gruppo Volkswagen garantirà il conguaglio di eventuali maggiori tasse". Con questa frase, contenuta in una lettera inviata ai 28 ministri delle Finanze dell'Unione Europea, il ceo Matthias Muller assicura che la casa automobilistica si accollerà ogni pagamento aggiuntivo che dovesse essere comminato per le auto coinvolte nello scandalo delle emissioni CO2. Secondo le indicazioni dei giorni scorsi, si tratterebbe di 800mila veicoli.

Matthias Mueller ha chiesto ai ministri di inviare il conto delle eventuali tasse supplementari direttamente all'indirizzo di Wolfsburg, salvaguardando i clienti.

La comunicazione è arrivata a pochi giorni di distanza dalle dichiarazioni del ministro dei Trasporti tedesco. Alexander Dobrindt aveva sostenuto che l'azienda avrebbe dovuto sentirsi in obbligo di non far gravare sui propri clienti il peso dell'ulteriore scandalo.

Nella lettera ai ministri Ue, il ceo di Volkswagen ha inoltre chiesto di fornire cifre precise sul numero delle auto coinvolte nel caso Co2.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali