FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Economia >
  • Padoan: "L'Italia non viola i patti Guardate i numeri: sforzi e riforme"

Padoan: "L'Italia non viola i patti Guardate i numeri: sforzi e riforme"

Il ministro italiano con quello tedesco in audizione davanti al Parlamento Ue. Schaeuble avverte: "Bene la flessibilità ma le regole vanno rispettate"

- "So che c'è la percezione che l'Italia violi le norme. Ma guardate bene i numeri, non è vero, rispettiamo le regole meglio di altri nonostante il debito elevato per il quale facciamo ogni sforzo perché si mantenga in un percorso di riduzione". Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan è intervenuto così in un'audizione davanti al Parlamento europeo.

Padoan: "L'Italia non viola i patti
Guardate i numeri: sforzi e riforme"

L'Italia, secondo Padoan, "attualmente si trova nel 'braccio' preventivo del Patto di stabilità". E oltre a ridurre il debito, precisa, "stiamo facendo delle riforme strutturali che rafforzano la sostenibilità".

Schaeuble: "Ok alla flessibilità ma le regole vanno rispettate" - Accanto a Padoan è intervenuto anche il ministro dell'Economia tedesco Wolfgang Schaueble, dicendo che "la flessibilità non è negativa in sè ma non deve portare a una situazione in cui le regole convenute non vengono rispettate. Allora sarebbe sbagliata e distruggerebbe la fiducia". E ha aggiunto: "La governance va migliorata ma è decisivo attenersi alle regole e agli accordi presi perché per tenere alta la fiducia è importante che si rispetti quanto convenuto".

"La flessibilità delle regole - ha puntualizzato - si scontra non solo con i limiti giuridici ma anche con la questione di mantenere la fiducia verso gli Stati, perché quello che è convenuto va rispettato e se non si dà questa certezza c'è un problema".

In passato, ha ricordato Schaeuble, "le regole non sono state rispettate, anche il mio Paese non le ha rispettate, ma abbiamo imparato la lezione, e quindi l'attuale cancelliere ha tempo fa convenuto con il ministro delle Finanze che ci saremmo impegnati con la Commissione Ue ad attenerci alle regole, perché ora non vogliamo farci criticare e le rispettiamo".

"La Grecia soffre non per colpa di Berlino o Ue" - Schaeuble è intervenuto anche sul caso Atene per dire che "i greci soffrono non per le decisioni di Berlino e Bruxelles, ma per il fallimento della loro elite politica degli ultimi decenni". Schaeuble precisa inoltre di aver dato "molto aiuto al ministro delle Finanze greco, che ha sfruttato poco questo aiuto, bisogna dirlo".

Padoan: "C'è voglia di trovare una soluzione" - E Padoan, parlando ai microfoni di Sky Tg24: "Vedremo cosa dirà il nuovo governo greco. All'Ecofin non se ne è parlato per rispetto al nuovo esecutivo. C'è il sentimento di trovare una soluzione concordata. Sono fiducioso. Il Governo greco non ci ha detto nulla sulla rinegoziazione. Vedremo come farlo tutti insieme in modo cooperativo".

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X
TAG:
Pier carlo padoan