FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lʼindagine: gli anziani trainano la ripresa

E, osserva il Censis, offrono aiuto economico a figli e nipoti

L'indagine: gli anziani trainano la ripresa

La risalita dei consumi? Almeno in parte è trainata dagli over 65, come di recente ha suggerito il Censis. Questo perché, viene rilevato nell'indagine, per la prima volta la spesa per consumi delle coppie con un capofamiglia anziano (di 65 anni e oltre) è superiore di circa 1.200 euro l'anno a quella delle coppie con a capo un giovane di 18-34 anni.

Non solo. Negli anni della crisi (il periodo considerato è il 2009-2014) gli anziani che vivono soli hanno aumentato la spesa per consumi del 4,7% in termini reali, mentre quella dei millennials single è risultata in calo, e non di poco: -12,4%, in linea con la spesa media delle famiglie italiane (-11,8%).

Nello studio condotto in partnership con Future Concept Lab, il Censis osserva che in Italia vivono più di 13 milioni di anziani, “con un'articolazione estrema di stili di vita e bisogni”. Si stima in sette milioni il numero di coloro che aiutano economicamente i giovani, figli o nipoti, o comunque la famiglia in generale. Anche quest'ultimo aspetto è stato molto osservato negli anni della crisi.

Le spiegazioni possono essere diverse e sono da ricercarsi soprattutto nei cambiamenti del sistema economico e sociale. Tempo fa, ad esempio, lo Svimez nello studio Crisi, lavoro, redditi: quali politiche per le famiglie, osservava che il sistema di welfare non ha seguito di pari passo le trasformazioni del mercato del lavoro. In questo modo le persone più anziane hanno, di fatto, sostituito gli ammortizzatori sociali per sostenere i figli o secondi nuclei familiari, proprio a causa delle difficoltà economiche dei giovani, spesso alle prese con lavori precari, retribuzioni basse e spese obbligate al di sopra delle possibilità.

E la voglia di lavorare non sembra tramontare tra le persone più anziane e lo scopo non è solo disporre di una quota di reddito aggiuntiva. Ammontano a 3,2 milioni, infatti, quelli che lavorano regolarmente o saltuariamente. Stando alle rilevazioni del Censis in 225 mila si preparano a cercare lavoro e 407 mila proveranno ad avviare un'attività autonoma (230 mila un'attività artigiana, 229.000 un'attività professionale e 178.000 un'attività commerciale).

In definitiva otto anziani su dieci reputano il reddito familiare sufficiente a coprire le spese e per il 78% la spesa per consumi è aumentata (18%) o rimasta stabile (60%) nell'ultimo anno. In prospettiva le cose potrebbero andare anche meglio, visto che l'89% ritiene che nei prossimi dodici mesi i propri redditi, risparmi e consumi sono destinati ad aumentare (9%) o a restare stabili (80%).

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali