FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Crisi, calano i lavoratori domestici Ma è boom di colf e badanti italiane

Le ristrettezze economiche delle famiglie italiane hanno portato a una riduzione del personale impiegato nel settore, a scapito però soprattutto degli stranieri

Crisi, calano i lavoratori domestici Ma è boom di colf e badanti italiane

La crisi economica ha ridotto tra le famiglie la richiesta di colf e badanti, che sono diminuite nel complesso del 5,8%. Il calo, però, secondo i dati Inps è stato soprattutto tra il personale straniero, mentre sono aumentate sia le badanti italiane (passate dalle 56mila del 2013 a 63.789 del 2014, il 13,9% in più) sia le collaboratrici domestiche nostre connazionali (cresciute del 4,3% a quota 205mila), confermando la tendenza avviata nel 2013.

Nel 2014, spiega l'Inps, i lavoratori domestici contribuenti all'Istituto sono diminuiti nel complesso di 54.940 unità (-5,8%) proseguendo la tendenza registrata nel 2013 sul 2012 (-5,1%) dopo il forte incremento registrato nel 2012 grazie alla sanatoria sui lavoratori extracomunitari irregolari.

Le donne rappresentano la stragrande maggioranza della categoria con l'87% del totale (oltre 781mila persone nel 2014), percentuale in forte aumento dall'inizio della crisi (era al 78,3% nel 2009). I lavoratori domestici uomini si sono ridotti in modo consistente passando dai 212.441 del 2009 ai 117.037 del 2014.

Mentre diminuiscono i domestici nel complesso, crescono quelli di nazionalità italiana (+4,3% nel 2014 sul 2013, +9,5% tra il 2012 e il 2014) con un aumento a livello regionale che segna il +15,5% in Calabria. I domestici stranieri diminuiscono tra il 2012 e il 2014 nel complesso del 15%. Solo nell'ultimo anno le colf stranieri sono diminuite del 14,7% in Campania e del 13,1% in Calabria.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali