FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Economia
19.6.2012

Crisi, Passera: "Monti ha fatto miracoli
Tasse? Sono troppe, non ce ne saranno altre"

Il ministro dello Sviluppo Economico: "Questo è il momento del vento contro e del timone da tenere con grande fermezza"

foto Ansa
10:09 - "L'Italia ha già fatto una cosa importantissima che è rientrare con credibilità su tutti i tavoli: Monti ha fatto questo miracolo". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera. "Si sta formando un bello schieramento di Paesi che vogliono un maggiore impegno per la crescita, ma non tutti sono con noi, Germania in testa", ha aggiunto Passera, "questo è il momento del vento contro e del timone da tenere con grande fermezza".
"Fisco, non c'è spazio per altre tasse"
Il ministro Passera ha aggiunto poi che non è il momento per introdurre nuove tasse. "L'ammontare del peso fiscale è molto elevato e non vedo spazio per ulteriori interventi" ha chiarito Passera.

"Ridurre le tasse a chi le paga"
Sul fronte della tassazione, ha proseguito il titolare dello Sviluppo economico, la direzione è di premiare i contribuenti virtuosi. "Ridurre le tasse a chi le paga è un obiettivo che abbiamo - ha illustrato Passera - non è pensabile nel breve periodo ma dobbiamo fare in modo che si creino le condizioni, prima fra tutte che tutti paghino. Attraverso la crescita deve esserci più gettito e quindi potere ridurre le tasse".

"Iva, resta l'obiettivo di non aumentarla"
L'intenzione del governo, ha anche annunciato il ministro, è di non aumentare l'Iva. "L'operazione spending review ha l'obiettivo di evitare un intervento automatico di aumento dell'Iva che non avrebbe effetti positivi sull'economia. L'obiettivo rimane confermato" ha aggiunto.

"Crisi, non tutti i Paesi con noi, Germania in testa"
Occorre "maggiore impegno per la crescita ma non abbiamo tutti con noi, gli incontri debbono servire per consolidare il fronte di coloro che si rendono conto che è necessario creare piu' lavoro in Europa" ha poi sottolineato Passera aggiungendo che "la Germania è portabandiera dei Paesi che danno importanza esclusiva alla disciplina dei conti. Il disagio occupazionale e l'insufficienza della crescita devono essere fronteggiate. L'Europa deve fare di più".

"Obiettivo comune è recupero produttività"
Quanto alla proposta del sottosegretario Polillo di fare meno ferie per alzare il Pil, Passera ha commentato che "l'obiettivo del recupero di parecchi punti di produttività deve essere comune poiché la produttività è una grande sfida che dobbiamo affrontare tutti insieme con un grande sforzo di concertazione".

"Io candidato? 2013 è nelle mani di Dio"
A una domanda su una sua eventuale candidatura alle elezioni, il ministro dello Sviluppo economico ha risposto: "Il 2013 è nelle mani di Dio, facciamo bene il 2012". Poi, ha concluso "questo governo tecnico non deve pensare al dopo perché dobbiamo svolgere il nostro compito e guai a targare elettoralmente questo governo".
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile