FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Propoli e zenzero: la natura contro i malanni dell’inverno

Un prodotto delle api e una radice oggi molto trendy sono ottimi alleati contro mal di gola e altri piccoli acciacchi

Istockphoto

Hanno entrambi ottime proprietà disinfettanti e sono grandi alleati del nostro sistema immunitario alle prese con i malanni dell’inverno: la propoli e lo zenzero possono realmente darci una mano per fortificarci e mantenerci in buona salute. La propoli è prodotta delle api per sigillare l’alveare dalle aggressioni esterne; lo zenzero è una radice dal gradevole sapore piccantino e dalle molte virtù: oltre a rendere più vivaci tisane ed estratti, modula le nostre difese naturali, migliora la digestione e ci difende dal raffreddore.  Vediamo come adoperarli. 

LA PROPOLI – È nota fin dall’antichità come antibiotico naturale, cicatrizzante, antinfiammatorio, antisettico e perfino anestetico. Anche se è un prodotto delle api, è una sostanza tutta vegetale e resinosa, che gli insetti raccolgono dalla corteccia di alcune piante e poi rielaborano mischiandola con polline, cera ed enzimi prodotti dal loro organismo. Le sue numerose virtù terapeutiche sono conosciute da secoli e sono state confermate anche da studi scientifici moderni. La propoli contiene alcuni principi attivi, tra cui oligoelementi (ad esempio rame, zinco, calcio e ferro), vitamine, flavonoidi e aminoacidi ed è efficace secondo un duplice effetto: è germicida, quindi agisce direttamente sui microrganismi che ci attaccano dall'esterno, e stimola il sistema immunitario nel suo complesso.     

 

- Come agisce - La propoli è molto utile per combattere i malanni dell'inverno, in particolare le affezioni respiratorie e del cavo orale. Per combattere i malanni dell’apparato respiratorio si utilizza sotto forma di tintura madre, una soluzione idroalcolica (ma esiste anche una versione senza alcol) da assumere a gocce un paio di volte al giorno secondo il consiglio del medico o del farmacista. Si prende con un po’ d’acqua o, per attenuare il sapore non proprio gradevole, mescolata a un cucchiaino di miele. Per dare sollievo al mal di gola si può spruzzare direttamente sulla zona irritata: in questo modo avrà anche un effetto analgesico e fungerà da filtro protettivo. In caso di lesioni del cavo orale, come afte e stomatiti, si può usare mescolata all’acqua per fare sciacqui. La propoli esiste comunque anche in compresse o ritrovati erboristici, mentre alcuni apicoltori la vendono in vasetto mista al miele.

 

- Controindicazioni – La propoli è un rimedio naturale, privo di controindicazioni, ma come tutti i prodotti della natura, può scatenare una reazione allergica nei soggetti predisposti e ipersensibili. Il suo sapore è aspro e va quindi diluita in acqua o mescolata al miele. Qualche cautela è opportuna nel maneggiarla perché macchia in modo indelebile. 

 

LO ZENZERO – Il suo sapore leggermente piccante lo ha reso molto popolare: si può consumare fresco e tagliato a fettine sottili, oppure impiegarlo per preparare tisane e decotti. Basta tagliare un pezzetto della radice fresca, sbucciarla e farla bollire per cinque minuti e poi lasciare in infusione a piacere, sorvegliandone però il sapore perché la bevanda non assuma un sapore troppo intenso. Prima di berla, possiamo aggiungere del succo di limone a piacere. In alternativa si può adoperare la polvere essiccata, in vendita nelle erboristerie, anche già confezionata nelle bustine simili a quelle del tè.  I più golosi possono gustarlo anche candito, ricordando però che in questa veste è molto calorico. Utilizzata come spezia in cucina, è utile per insaporire molti piatti, oppure, come vuole la tradizione, per preparare biscotti natalizi o il classico pan di zenzero. 

 

- Le proprietà - Lo zenzero stimola gli enzimi digestivi favorendo il benessere dell'apparato gastrointestinale e dell'intestino ed è molto utile per alleviare alcuni disturbi, come gonfiore e nausea. Ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, contrasta l'azione dei radicali liberi e lo sviluppo di alcune malattie croniche legate all’invecchiamento cellulare. La medicina popolare lo impiega largamente per combattere il raffreddore, la tosse, il mal di gola e le infiammazioni alle vie respiratorie: il tubero in effetti agisce come un vero antisettico naturale, utile per combattere i mali di inizio inverno, ma anche la stanchezza e lo stress. Promuove la circolazione sanguigna e ha un discreto potere snellente perché agisce accelerando il metabolismo.

 

- Da non usare se...– Lo zenzero non deve assunto dalle donne in gravidanza e durante l’allattamento. E' controindicato anche nel caso di calcoli delle vie biliari, in presenza di bruciore di bruciori di stomaco perché può stimolare ulteriormente la secrezione gastrica, e soprattutto in concomitanza con l'assunzione di alcuni farmaci, in particolare di antiaggreganti, dei quali può amplificare l'effetto, e di antiemorragici, dei quali al contrario può ridurre l'efficacia. Molta cautela occorre anche in presenza di disturbi cardiaci: in tutti questi casi è opportuno consultare il medico.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali