FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Stili alimentari: agli italiani piace mangiare sano e bene

Sempre meno tempo dedicato al cibo, ma con la consapevolezza che lʼalimentazione è fonte di salute e benessere

Stili alimentari: agli italiani piace mangiare sano e bene

Sempre più breve il tempo dedicato a cucinare e a mangiare, ma non sfugge più la stretta relazione tra cibo e salute: è quanto emerge da uno studio dedicato ai nuovi stili alimentari degli italiani. La scarsità di tempo e l’abitudine a cucinare meno si riflettono tra l'altro in una nuova consuetudine: l’utilizzo di piattaforme di food delivery.

Anche una relazione consolidata quale è quella che tra le persone e il cibo cambia e si modifica adattandosi ai tempi: ecco dunque cosa emerge dallo studio realizzato da Fipe, Federazione Italiana Pubblici Esercizi.

A tutta salute: ormai non sfugge più a nessuno che la corretta e sana alimentazione sia fondamentale per la salute e il benessere del nostro organismo e i dati o confermano: il 97,1% degli intervistati, la quasi totalità, è consapevole del legame tra cibo e salute, tuttavia emerge un dato decisamente allarmante: la metà della popolazione adulta è in sovrappeso o addirittura obesa, con un tasso di obesità dell’11%, pari a 5,3 milioni di persone, in crescita del 20% negli ultimi dieci anni.

Credit: FIPE

Alimenti sì e alimenti "ni": una persona su due continua ad avere un’alimentazione che non prevede una porzione di verdure al giorno, anche se il trend è in crescita, mentre il consumo di frutta è in flessione: dal 77,3% del 2005 al 74% del 2018. Perfino il consumo di sale è più consapevole e si riflette nella scelta di sale arricchito di iodio anche tra i più giovani. Nonostante le tendenze vegetariane e vegane emerse negli ultimi anni, il consumo di carne rimane diffuso pur con una netta flessione delle carni rosse, mentre è sostanzialmente invariato il consumo di carni bianche e di pesce. Quanto a pane e pasta, si mangiano ancora, ma molto meno e il latte, che viene consumato quotidianamente da un italiano su due, non fa parte della dieta dei più giovani: la quota di bambini con età compresa tra 6 e 10 anni che consuma latte ogni giorno passa dall'81,5% del 2005 al 71,2% del 2018.

Il tempo stringe: la risorsa che scarseggia di più nella vita di tutti, cioè il tempo, sta fortemente condizionando la relazione con il cibo. Il 32,7% degli intervistati ha dichiarato di cucinare a pranzo tutti i giorni, percentuale che sale al 53% per la cena, pasto che sta assumendo un ruolo sempre più importante nella nostra vita. Rispetto a 20 anni fa, a pranzare oggi ci 3,5 milioni in meno di persone. Solo 37 i minuti dedicati ogni giorno alla preparazione dei pasti, ma ancora di meno quelli dedicati al loro consumo: appena 29.

Credit: FIPE

Siamo nell'Era 2.0: se il tempo diminuisce e si cucina meno, ecco che l’utilizzo di piattaforme di food delivery cresce, soprattutto al Nord e in specifico in Lombardia. In generale, nell'ultimo anno un terzo degli italiani ha ordinato almeno una volta il pranzo o la cena su una piattaforma web. Poca voglia di uscire o cucinare e la mancanza degli ingredienti in casa sono i motivi principali che spingono a ordinare con le app e se i giovani sono i più abituati ad ordinare cibo online, non vi sono invece differenze nell'utilizzo tra uomini e donne.

Nuovi stili: i cibi più ordinati nel 2018 sono stati i Poke Bowl, ciotole di pesce crudo, ma anche gli hamburger con patatine, pizza, sushi e i ravioli asiatici. Per il nuovo anno le nuove tendenze saranno il veg meat (carne vegana), il beyond burger (un prodotto 100% vegetale che però sembra manzo), la cucina birmana e filippina. Quanto alla ristorazione, i dati dimostrano che siamo un popolo a cui piace uscire dalle mura domestiche: il settore dei consumi fuori casa rappresenta infatti il 36% della spesa alimentare totale, pari a oltre 40 miliardi di euro.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali