FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Seppie in zimino

Seppie in zimino Play
  • DIFFICOLTA facile
  • PREPARAZIONE 30'
  • PORZIONI 4 persone

Le seppie in zimino sono un secondo piatto a base di pesce tipico della tradizione gastronomica della Liguria e della Toscana realizzato con seppie, bietole e un ricco soffritto di verdure. Le seppie in zimino sono un piatto facile da preparare, completo e molto saporito che potrete, tuttavia, personalizzare seguendo alcuni consigli. Sempre accompagnate da qualche crostino di pane casereccio, le seppie in zimino si possono arricchire con pinoli e funghi secchi al posto della passata pomodoro, per un sapore ancor più deciso!

INGREDIENTI

  • seppie fresche già pulite 600  g
  • bietole già lessate 450  g
  • olio di oliva 4  cucchiai
  • carota una
  • sedano una  costa
  • aglio uno  spicchio
  • cipolla mezza
  • prezzemolo un  ciuffo
  • vino bianco secco 200  ml
  • passata di pomodoro 3  cucchiai
  • sale q.b.

PROCEDIMENTO

Per il soffritto: lavate e asciugate prezzemolo e sedano, pelate la carota e sbucciate aglio e cipolla. Tritateli finemente e soffriggeteli dolcemente in una casseruola con l'olio. Nel frattempo, sciacquate le seppie già pulite sotto acqua corrente, tamponatele con carta da cucina e tagliatele in anelli larghi almeno un cm (eliminate i tentacoli).

Quando le verdure saranno appassite, aggiungete le bietole sbollentate, mescolate e cuocete per 5 minuti con il coperchio. Unite a questo punto le seppie, regolate di sale e proseguite la cottura per circa 10 minuti.

Aggiungete il vino bianco e, quando sarà evaporato, la passata di pomodoro. Proseguite la cottura per una ventina di minuti, le seppie dovranno essere tenere e non gommose.

Servite le seppie in zimino ancora calde.

Lo sapevate che...

Lo zimino è una salsa a base di verdure come le bietole, gli spinaci o il prezzemolo utilizzata nella cucina toscana e ligure per cucinare piatti a base di pesce come le seppie o il baccalà.