FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Meteo, gli esperti: è possibile che ci aspetti unʼaltra estate di eventi estremi

Gli addetti ai lavori mettono però in guardia dal proliferare delle fake news e delle previsioni "apocalittiche". Dietro cʼè spesso poca professionalità

Meteo, gli esperti: è possibile che ci aspetti un'altra estate di eventi estremi

L'estate in arrivo potrebbe essere un'altra stagione di eventi estremi, molto secca o con forti locali precipitazioni. I maggiori esperti di meteo in Italia, riuniti a Roma al convegno annuale dell'Ordine interregionale dei Chimici e dei Fisici, concordano infatti su previsioni non rassicuranti, ma al tempo stesso mettono in guardia dal proliferare di app e fake news in materia.

Allarmismi - Secondo gli addetti ai lavori infatti, dietro molti allarmismi spesso c'è poca professionalità. "Fare previsioni stagionali è difficile - spiega Antonello Pasini, ricercatore del Cnr e docente di Fisica del clima presso l'Università Roma Tre -. Quindi, allarmi come 'sarà l'estate più brutta', vanno presi con molta cautela. Ma che ci sia un rischio crescente di fenomeni estremi è un dato di fatto".

Mari caldi e precipitazioni intense - Pasini illustra poi i fenomeni in atto nel pianeta e chiarisce: "La temperatura del mare sempre più alta aumenta l'evaporazione. Più vapore significa nuvole pesanti e cariche, che provocano precipitazioni più intense. Inoltre, il surriscaldamento del mare significa più energia immessa nell'atmosfera, che viene scaricata sul territorio con i disastri che tutti vediamo".

Attenzione però, avvertono gli esperti, a siti web e app che "usano titoli roboanti ma parlano spesso senza competenze e, attraverso un uso accorto dei social media, creano panico, con lo scopo di aumentare click e pubblicità", aggiunge Raffaele Salerno, direttore del Centro Meteo Expert e vice presidente dell'Associazione Italiana Scienze dell'Atmosfera e Meteorologia (Aisam). "Il problema - conclude Sergio Pisani, colonnello della Aeronautica Militare - è il mancato riconoscimento, in Italia, della nostra professione. Chiunque può dirsi meteorologo senza poter essere tacciato di abusivismo".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali